Ad aprile 145mila immatricolazioni in Italia, -17% rispetto a due anni fa (prima del Covid)

Il Sole 24 ORE INTERNO

Loading. Si tratta di una famiglia di incentivi in vigore fino a fine giugno ma in sostanza già esaurita.

Da gennaio le immatricolazioni sono state 592.219, il 21,5% rispetto ai quattro mesi del 2019

Le prospettive sul 2021. Tecnicamente, la «spinta» degli incentivi prenotati prima dell’esaurimento delle risorse dovrebbe durare fino alla prima metà di maggio.

Situazione analoga emerge sul quadrimestre, con un calo del 16,9% su febbraio-aprile del 2020. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Gli incrementi che si sono avuti ad aprile 2021, apparentemente anomali, - sottolinea il dicastero - vanno ovviamente valutati alla luce del confronto con un periodo dello scorso anno che, a causa del primo lockdown per l'emergenza sanitaria da Covid-19, ha visto la chiusura obbligata di agenzie e concessionari. (ilmessaggero.it)

Di seguito troverete tutti i dati sulle immatricolazioni auto in Italia ad aprile 2021: le classifiche dei 10 modelli più venduti, delle Case più amate e dei 10 veicoli più acquistati in base al segmento, all’alimentazione e alla carrozzeria. (Icon Wheels)

Un ulteriore calo su questi livelli aprirebbe uno scenario catastrofico per il mercato italiano dell’auto che potrebbe precipitare addirittura sui livelli degli anni ’60 del secolo scorso". Il mercato italiano dell’auto non riparte, anzi arretra. (Milano Finanza)

Rimbalzo delle vendite di auto ad aprile, ma pesa l'effetto lockdown

La Volkswagen T-Cross è prima tra le auto a benzina, la Jeep Renegade prevale nelle vendite delle diesel e la fiat Panda vince tra le ibride La sfida tra gruppi auto: Stellantis resiste seguita da VW. Tra i gruppi auto, in testa c'è sempre Stellantis che, però, rispetto ad aprile 2019 segna un pesante -20,13%, registrando il -56,29% di Alfa Romeo e il -38,47% di Opel. (Motor1 Italia)

Sostanzialmente tutte le alimentazioni registrano un livello di immatricolazioni inferiore rispetto a marzo. Non aiuta l'esaurimento dei fondi destinati agli incentivi riservati alle auto con emissioni di Co2 comprese tra 61 e 135 g/km, categoria che include molte vetture termiche, full e mild hybrid decisamente più accessibili rispetto ad elettriche e plug-in. (La Gazzetta dello Sport)

I trasferimenti di proprietà sono stati invece 281.483 a fronte di 23.020 passaggi registrati ad aprile 2020, con un aumento di circa il 1100%. Sul dato incide il fatto che ad aprile 2020 l'Italia era in lockdown totale. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr