Amnesty International all'attacco sull'affare PIF-Newcastle

Amnesty International all'attacco sull'affare PIF-Newcastle
Più informazioni:
Calcio e Finanza SPORT

Per quanto riguarda Amnesty, l’organizzazione ha incaricato lo scorso anno David Chivers QC di riscrivere il test per proprietari e amministratori in una forma che tenesse conto delle potenziali violazioni dei diritti umani.

La Premier League afferma di avere ricevuto «rassicurazioni legalmente vincolanti» sul fatto che lo stato saudita non controllerà Newcastle.

Amnesty International ha richiesto un incontro con l’amministratore delegato della Premier League, Richard Masters, a proposito dell’acquisizione del Newcastle United da parte di un consorzio guidato dal Public Investment Fund dell’Arabia Saudita. (Calcio e Finanza)

Ne parlano anche altre testate

Sacha Deshmukh, presidente esecutivo di Amnesty International UK, ha scritto all’amministratore delegato della Premier League, Richard, per chiedere un colloquio “urgente” riguardo i requisiti necessari per diventare proprietari di un club. (CalcioNapoli24)

La manifestazione si svolgerà a partire da giovedì 11 novembre a Palazzo Tupputi e fino a domenica 14, giorno in cui si terrà la premiazione finale nel cinema Politeama Italia. Partono i preparativi della settima edizione di "Art for rights", il contest artistico promosso e organizzato dal gruppo giovani 063 di Amnesty International. (BisceglieViva)

Amnesty International ha richiesto un incontro con Richard Masters, amministratore delegato della Premier League, in merito all’acquisizione del Newcastle United da parte di un consorzio guidato dal Public Investment Fund dell’Arabia Saudita. (ilBianconero)

"Facciamo crescere i diritti": a Legnano un albero per i 60 anni di Amnesty International

C. Redazione Il Posticipo. L’acquisizione del Newcastle da parte di PIF, fondo sovrano dell’Arabia Saudita ha sollevato diverse polemiche oltremanica. Anche gli altri club della Premier però hanno sollevato alcune perplessità legate alla velocità con cui è stato chiuso l'accordo. (Il Posticipo)

Il presidente esecutivo di Amnesty International UK, Sacha Deshmukh, ha scritto all'amministratore delegato della Premier League, Richard, per chiedere un confronto in tempi brevi riguardo i requisiti necessari per poter essere proprietari di un club: "L'approvazione della Lega solleva una serie di preoccupanti interrogativi sullo sportwashing, sui diritti umani e lo sport e sull'integrità del calcio inglese" ha dichiarato Deshmukh. (Tuttosport)

Chi volesse maggiori informazioni sull’attività del Gruppo Amnesty di Legnano potrà scrivere a [email protected], oppure seguire i nostri social. «Piantare un albero – commenta Amnesty International Legnano – significa mettere radici, crescere e rigenerare. (LegnanoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr