Covid, focolaio in corso Trieste dopo Italia-Spagna: 30 positivi. Avevano assistito alla gara all'aperto - Trieste-Salario

Covid, focolaio in corso Trieste dopo Italia-Spagna: 30 positivi. Avevano assistito alla gara all'aperto - Trieste-Salario
romah24.com SCIENZA E TECNOLOGIA

La curva nel Lazio sta di nuovo salendo, e si teme oltre alla variante Delta anche “l’effetto Europei”.

Sì, perché la Asl Roma 1 ha tracciato 30 positività in zona Corso Trieste, dopo la semifinale giocata (e vinta) dall’Italia contro la Spagna, disputata il 6 luglio alle 21.

La maggioranza dei positivi, quasi tutti giovani intorno ai 20 anni, avevano già ricevuto la prima dose di vaccino, alcuni addirittura anche il richiamo

In molti sono andati a vedere la partita fuori da un chiosco, che aveva messo uno schermo all’aperto. (romah24.com)

Su altri media

Ecco perché i dati dei prossimi giorni, come ha detto D'Amato, potrebbero essere più severi I primi positivi, dopo i quarti di finale Italia-Belgio del 2 luglio. (RomaToday)

La Asl Roma 1 ha, infatti, confermato la positività di una trentina di ragazzi – come riporta “la Repubblica” – oltre ad altri venti che sarebbero sotto stretta osservazione. Erano tutti insieme in un locale del corso a vedere la partita la sera della semifinale tra Italia e Spagna, vinta poi ai rigori dagli Azzurri. (neXt Quotidiano)

La “variante” Europeo a Roma, oltre cento nuovi casi in città. D’Amato: “Ci attendiamo un ulteriore peggioramento”

Il conto quindi potrebbe essere destinato ulteriormente a salire superando i 91 casi confermatidi Covid-19 Euro 2020 fa detonare la variante Delta: 30 positivi, la partita nello stesso chiosco all’aperto Si scoprono altri focolai dopo quello del pub di Monteverde (91 contagiati), legati alla visione delle partite di Euro 2020. (Fanpage.it)

Complessivamente tra i contagi fatti registrare in un pub di Monteverde e quelli in altri locali, si è superata quota 100 nuovi positivi, almeno 120 secondo i primi calcoli delle Asl di Roma. Ecco perché i dati dei prossimi giorni, come ha detto D’Amato, potrebbero essere più severi (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr