Festa del Redentore: più barche che tavoli, pochi veneziani lungo le rive

Festa del Redentore: più barche che tavoli, pochi veneziani lungo le rive
ilgazzettino.it INTERNO

Il Covid e le restrizioni regaleranno ampi spazi ai 18mila (tra veneziani e non veneziani) che potranno prenotarsi, dato che oltre quel limite scatterà lo stop.

Se solitamente ogni anno arrivavano in città, prevalentemente alla Giudecca, Zattere e San Marco, circa 75mila persone, quest'anno i numeri andranno al ribasso.

iù barche che posti in riva:: così i veneziani vivranno il Redentore domani sera. (ilgazzettino.it)

Ne parlano anche altri giornali

Le barche dovranno essere registrate nel sito del Comune e di Venezia Unica (qui sono reperibili tutte le informazioni necessarie). Da ieri tutti possono prenotarsi (nei giorni scorsi, i residenti in città avevano avuto una corsia preferenziale). (la Nuova di Venezia)

E alle 23.30 in punto è iniziato lo spettacolo, che è proseguito per oltre 45 minuti, lasciando senza fiato veneziani e non Primo evento in presenza: tutti con Green pass e prenotazione - Video Marco Sabadin/Vision / - CorriereTv. (Corriere della Sera)

APPROFONDIMENTI LA GRANDE NOTTE Festa del Redentore 2021 a Venezia: dalle 12 di giovedì via. VENEZIA Redentore 2021 a Venezia: come prenotare e dove parcheggiare. (ilgazzettino.it)

Ecco il Redentore solo per 18 mila I fuochi più belli per la rinascita

Scenografici giochi di colore hanno illuminato il bacino di San Marco, segno di ripresa turistica ed economica per Venezia, città pesantemente segnata dalla crisi. Così, grande afflusso nelle calli minori della città, per chi tentava di aggirare le aree presidiate dai controlli (il Resto del Carlino)

Il Cipriani è tra quelle realtà che, colpite dalle difficoltà della pandemia, hanno cercato nuove strade e le hanno trovate "in casa", guardando alle tradizioni e all'esperienza locale. Ma chi frequenta la Giudecca anche in altri periodi dell'anno ne conosce e ne apprezza soprattutto il fascino, la quiete e l'autenticità. (VeneziaToday)

La festa del Redentore resta salda nel cuore di veneziani come quella della Madonna della Salute. . Non solo famosa, ma famosissima; non solo notte, ma pomeriggio di preparativi, sera di fuochi e, per chi ha fiato, alba in spiaggia. (La Nuova Venezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr