Influenza, dal 25 ottobre al via in Calabria la campagna vaccinale

Corriere della Calabria SALUTE

L’importanza della prevenzione e la necessità di adottare tutti gli strumenti utili al contrasto della pandemia inducono a raccomandare l’adesione massiva alla campagna di vaccinazione anti-influenzale, rivolgendosi ai medici di medicina generale, ovvero ai pediatri di libera scelta»

Sarà offerta la vaccinazione gratuita ai bambini di età compresa fra 6 mesi e 6 anni, agli adulti con età pari o superiore a 60 anni e agli operatori sanitari e socio sanitari particolarmente esposti al rischio di infezione. (Corriere della Calabria)

Ne parlano anche altre testate

LA VACCINAZIONE GRATUITA. Sarà offerta la vaccinazione gratuita ai bambini di età compresa fra 6 mesi e 6 anni, agli adulti con età pari o superiore a 60 anni e agli operatori sanitari e socio sanitari particolarmente esposti al rischio di infezione. (CatanzaroInforma)

Con l’avvio della campagna anti-influenzale partirà anche la possibilità della co-somministrazione del vaccino anti-influenzale con quello anti-Covid, che prevede due distinte iniezioni nella stessa seduta. (newsbiella.it)

“Come “sliding doors” – si legge in una nota di Palazzo Lascaris – tre minuti di immagini raccontano una storia con due finali possibili, per superare i dubbi e far comprendere l’importanza di vaccinarsi”. (Cuneo24)

Influenza, Veneto: campagna vaccinale dal 2 novembre | TgVerona | Telenuovo

La vaccinazione gratuita. Sarà offerta la vaccinazione gratuita ai bambini di età compresa fra 6 mesi e 6 anni, agli adulti con età pari o superiore a 60 anni e agli operatori sanitari e socio sanitari particolarmente esposti al rischio di infezione. (StrettoWeb)

Sarà possibile somministrare il vaccino anti influenzale con quello anti covid con due distinte iniezioni nella stessa seduta. I primi ad essere sottoposti alla vaccinazione contro l’influenza stagionale negli studi dei medici saranno gli over 85 (14.500 nella provincia di Novara). (NovaraToday)

Verranno date precise indicazioni operative alle Ulss con l'obiettivo di mettere gli Mmg nelle migliori condizioni per erogare i servizi agli assistiti" Il quadro è emerso al termine di un incontro tra l'assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, e le organizzazioni dei Medici di base. (TgVerona)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr