Pensione anticipata subito o attendere: cosa conviene economicamente?

Pensione anticipata subito o attendere: cosa conviene economicamente?
Altri dettagli:
Money.it INTERNO

Dopo 43 anni di contributi, infatti, si avrebbe anche tutto il diritto di dire «sono stanco»

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:. “Salve, nel 2021 ho compiuto a febbraio 61 anni.

Al raggiungimento dei requisiti per accedere alla pensione anticipata il lavoratore può decidere anche di continuare a lavorare per aumentare l’importo dell’assegno previdenziale spettante.

Volevo sapere se per avere una pensione «onesta» di un lavoratore che ha lavorato da ragazzino con i pantaloncini corti, cosa mi conviene fare?

Ho maturato più di 43 anni di contributi. (Money.it)

La notizia riportata su altri giornali

Dove fare la domanda per il REm. La domanda va presentata in via telematica all’INPS entro il 31 maggio 2021 tramite modello di domanda predisposto dall’Istituto e secondo le modalità stabilite dallo stesso. (Gazzetta del Sud)

Attesa per proroga sospensioni. Un'altra opzione, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, sarebbe quella dell'assegno diviso in due parti: una quota contributiva e una retributiva. Sono alcune delle soluzioni in campo per riformare il sistema delle pensioni e che, stando a quanto affermato dal presidente dell'Inps Pasquale Tridico, potrebbero essere prese in esame nei prossimi mesi. (Corriere dell'Umbria)

Pensioni per tutti: Quali sono i punti su cui farete maggiore pressione al fine di superare la quota 100 ed arrivare entro il 1 gennaio 2022 ad un’equa riforma delle pensioni? Nel mentre abbiamo deciso di interfacciarci con il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, ecco quanto é emerso da questa interessante intrvista. (Pensioni Per Tutti)

In pensione a 62 anni

di Niccolò Magnani). Tridico non dimentica che “sarebbe necessaria una pensione contributiva di garanzia, al fine di evitare che i lavoratori giovani di oggi siano pensionati poveri” (Il Sussidiario.net)

Nello specifico, la richiesta è quella di un beneficio pari a “un anno ogni tre mesi di emergenza e con effetto retroattivo da marzo 2020”. (Il Sussidiario.net)

Via subito a 62 anni o 41 anni di contributi: ecco il piano pensioni. Prospettiva per una staffetta generazionale. In pensione a 62 anni. (il Caudino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr