Il corpo di un migrante curdo di 15 mesi trovato in Norvegia: era naufragato a ottobre

Il corpo di un migrante curdo di 15 mesi trovato in Norvegia: era naufragato a ottobre
Fanpage.it ESTERI

Il corpo di Artin, un bambino curdo di 15 mesi scomparso il 27 ottobre del 2020, è stato trovato dalla polizia norvegese sulla costa del Paese, nei pressi della città di Karmoy.

Il prezzo pagato da Rasoul Iran-Nejad per il trasferimento della sua famiglia da Calais a Dover è stato di 24mila euro

Ora i resti del bambino verranno rispediti in Iran, dove verranno sepolti.

Il gruppo aveva attraversato la Turchia e raggiunto l’Italia a bordo di un barcone sbarcato tra Calabria e Salento. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri media

La corrente e le onde lo hanno trascinato per mille chilometri. Una orribile tragedia che ricorda quella di Aylan Kurdi (La Repubblica)

Altri quindici migranti sono stati portati in ospedale e sul naufragio è stata aperta un’inchiesta a Dunkerque dalla procura francese. “Professionisti qualificati del dipartimento di scienze forensi dell’ospedale universitario di Oslo sono riusciti a recuperare i profili del Dna corrispondenti”, si legge in una nota della polizia norvegese. (Il Fatto Quotidiano)

La polizia norvegese ha trovato sulla costa del Paese il corpo di un bambino di 15 mesi. Migranti, trovato corpo bimbo di 15 mesi annegato in Norvegia. La famiglia, di origini curdo-iraniane, aveva tentato di raggiungere il Regno Unito dalla Francia. (L'Occhio)

Migranti, trovato nella Manica il corpo di un bimbo di 15 mesi annegato attraversando lo stretto

Allora, i soccorritori hanno recuperato i genitori e due figli, mentre il piccolo Artin è stato dato per disperso. Un'altra zia, che vive in Svizzera, ha dichiarato che sono in corso le pratiche «per riunire Artin con la sua famiglia» (Ticinonline)

Apparteneva a un bambino curdo di 15 mesi, morto con la famiglia nel tentativo di attraversare la Manica il cadavere rinvenuto sulle coste della Norvegia. Il corpo di Artin è stato trovato sulle coste del sud della Norvegia, nei pressi della città di Karmoy (Corriere della Sera)

La vittima si chiamava Artin, annegato insieme alla famiglia curdo-iraniana con la quale era partito dalla Francia con l'obiettivo di attraversare la Manica e raggiungere il Regno Unito. Quasi 600 migranti sono stati intercettati mentre tentavano di effettuare la traversata in soli tre giorni la scorsa settimana. (EuropaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr