Evergrande a rischio crack. I creditori assediano il gigante cinese del real estate

Evergrande a rischio crack. I creditori assediano il gigante cinese del real estate
Il Sole 24 ORE ECONOMIA

A corto di liquidità, non riesce a trovare nuovi finanziamenti, nè a pagare i fornitori, completare progetti o aumentare le entrate

Lunedì i creditori hanno bocciato il piano di rinegoziazione del debito scaduto nel weekend: Evergrande Wealth Management ha proposto un rimborso con rate quinquennali in contanti subito rispedito al mittente.

Nata nel 1996, Evergrande ha incarnato l’era d’oro del real estate in espansione continua, incassando passività per quasi due trilioni di yuan (305 miliardi di dollari), per questa ragione il suo default potrebbe trascinare l’intero settore. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altri media

Inoltre da almeno vent’anni le amministrazioni locali traggono dalle vendite dei terreni per immobili almeno il 50% dei loro introiti fiscali. Da una parte finanziando diversamente le amministrazioni locali, dall’altra riducendone drasticamente i poteri. (Il Sussidiario.net)

Rischio insolvenza per il gigante immobiliare cinese Evergrande. Un centinaio di persone entrano in uno degli uffici del gruppo Evergrande nella città di Guangzhou, un importante centro d’avanguardia nel sud della Cina. (Money.it)

La Cina avverte i creditori: il colosso immobiliare Evergrande è in crisi di liquidità, non pagherà gli…

A giugno, Evergrande ha mancato il pagamento degli interessi di un bond, mentre Moody’s e Fitch hanno bruscamente tagliato il rating sull’affidabilità del debito L’annuncio è maturato a poche ore dalla prima protesta di centinaia di piccoli investitori inferociti che hanno assediato lunedì il quartier generale di Shenzhen. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr