Farmaci, consumi elevati in zone disagiate con scarsa aderenza terapeutica. Ecco il report Aifa

Farmaci, consumi elevati in zone disagiate con scarsa aderenza terapeutica. Ecco il report Aifa
Farmacista33 SALUTE

· Anche per questo indicatore per le donne si osserva una minore persistenza al trattamento rispetto agli uomini

set152021. Farmaci, consumi elevati in zone disagiate con scarsa aderenza terapeutica.

In generale, le donne sono meno aderenti rispetto agli uomini per tutte le categorie terapeutiche analizzate, ad eccezione dei farmaci antiosteoporotici.

Un trend inverso, con consumi maggiori nelle aree del Nord e minori al Sud, viene invece osservato per i farmaci antidepressivi. (Farmacista33)

Su altri giornali

Questo conferma che la sanità pubblica toscana si conferma tra le tre più importanti in Italia e sono contento che questo avvenga con valutazioni fatte nel pieno del periodo Covid e dopo Covid". (Regioni.it)

- Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali (Edra s.p.a.)

Correlazioni di questo tipo invece non emergono analizzando l’aderenza e la persistenza al trattamento” Succede per esempio per il diabete, o per l’ipertensione. (Il Sannio Quotidiano)

Farmaci, nell'Atlante Aifa l'Italia diseguale » LO_SPECIALE

"E' la prima importante pubblicazione sul tema della disparità sociale nell'assistenza farmaceutica e nell'universalità del nostro Servizio Sanitario Nazionale", ha detto Nicola Magrini, direttore generale Aifa, nel corso della presentazione del Rapporto. (Gazzetta del Sud)

Sulla base dei risultati osservati, il tasso di consumo di farmaci rispecchia la distribuzione geografica e per genere osservata dall'epidemiologia già nota delle malattie "Sono i soggetti residenti nelle aree più deprivate a far registrare i più alti tassi di consumo pro capite" si legge. (Giornale di Sicilia)

Dall'Aifa ricordano che la posizione socioeconomica non preclude l'accesso alle cure, ma e', al contrario, fortemente correlata con l'uso dei farmaci. In Italia, nonostante il crescente miglioramento delle condizioni di salute che si e' osservato negli ultimi anni, rimangono importanti disuguaglianze di salute. (Lo Speciale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr