Mercedes EQS: il futuro elettrico della Stella è servito

La Stampa ECONOMIA

“EQS è la prima berlina luxury completamente elettrica di Mercedes-EQ”: lo dice chiaro a tondo il costruttore tedesco, facendo intendere che questo modello influenzerà stile, contenuti e tecnologia delle Mercedes da qui a venire.

E se al lancio la EQS più potente potrà erogare fino a 385 kW, successivamente ne arriverà una con potenza massima di 560 kW.

Da record anche l’autonomia: fino a 770 chilometri (secondo il ciclo di omologazione Wltp). (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Anche stavolta, le novità introdotte con le nuove berline vennero incorporate sui modelli Coupé e Cabriolet. Il modello d’esordio della gamma a due porte della W111 fu la 220 SEb Coupé, un coupé di lusso dal design elegante e rappresentativo. (Ruoteclassiche)

2' di lettura. Loading. Mercedes EQS, tutte le foto Photogallery21 foto Visualizza. Mercedes EQS, Autonomia e motorizzazioni. Fino a 770 chilometri di autonomia. (Il Sole 24 ORE)

In alcuni mercati, come quello giapponese, il caricabatterie di bordo da 22 kW potrà essere abilitato per la gestione bidirezionale dell’energia. Il dato già annunciato dell'autonomia, pari a 770 km nel ciclo Wltp per alcuni allestimenti, è uno degli elementi di spicco. (RagusaNews)

La madre di tutte le Mercedes, la EQS

Un discorso che già prevedeva che la "riforma" dell'ultimo miglio passasse sia per nuovi veicoli a basso inquinamento ed elettrici, ma anche attraverso nuovi servizi e nuove soluzioni parallele all'uso del solo furgone. (OmniFurgone)

La madre di tutte le Mercedes, elettriche e no. EQS 580 4MATIC – Motore da 385 kW, consumo combinato WLTP 21,8-17,4 kWh/100 km. (Vaielettrico.it)

Gli accumulatori così come i layout della trazione sono perfettamente interscambiabili, nel senso che la 450+ potrà essere provvista pure di batteria da 90 kWh. Il frontale definito dall'abituale black panel dei modelli EQ può essere corredato di gruppi ottici anteriori con tecnologia Digital Light con risoluzione di 2. (Auto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr