Maradona: cuore, reni e fegato espiantati dopo la morte: ecco dove sono custoditi oggi

Maradona: cuore, reni e fegato espiantati dopo la morte: ecco dove sono custoditi oggi
Il Mattino ESTERI

Confermata dal sito.

È qui che da quasi un anno si trova il cuore di Diego Armando Maradona, espiantato il 25 novembre 2020 per essere analizzato nell'autopsia iniziata sei ore dopo la sua morte, avvenuta alle ore 12 argentine nell'appartamento del Barrio San Andres a Tigre, 25 chilometri dalla Capital Federal.

Avenida Amancio Alcorta y Luna, Buenos Aires.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Sede della polizia scientifica di Buenos Aires, dipartimento di anatomia patologica. (Il Mattino)

Se ne è parlato anche su altri media

Prelevato durante l’autopsia, sarà conservato per 10 anni in formaldeide al dipartimento di Anatomia patologica di Buenos Aires. Dov’è finito il cuore di Diego Armando Maradona? Così il 2 dicembre 2020, a una settimana esatta dalla morte di Maradona, cuore, fegato e reni sono stati trasferiti al Dipartimento di Anatomia Patologica della Soprintendenza scientifica della Polizia della provincia di Buenos Aires. (La Gazzetta dello Sport)

Maradona sepolto, ma “non completamente”. Come racconta l’Agi, il medico e giornalista Nelson Castro ha rivelato dettagli sulla morte del pibe de oro. Alvarez entrò in Argentina a 16 anni e se ne andò a 17″ (Il Primato Nazionale)

LEGGI: Maradona, non solo Giannina quanti figli ha e chi sono. A destare sospetti, inoltre, sono state le dimissioni dalla clinica Olivos in seguito all’operazione alla testa, ritenute da molti troppo precoci per le condizioni di salute generali in cui versava Maradona dopo il delicato intervento (Contra-Ataque)

Il cuore di Maradona è nel Dipartimento di Anatomia Patologica della Polizia di Buenos Aires - ilNapolista

Rientrato a Tigre a osservare un lungo periodo di convalescenza dopo l'intervento, Maradona muore improvvisamente per un edema polmonare acuto conseguente a un'insufficienza cardiaca. L'esperienza più significativa alla guida della seleccion argentina, condotta ai Mondiali del 2010 e portata fino ai quarti di finale. (TUTTO mercato WEB)

È il 25 novembre 2020 e accade tutto nel suo appartamento di Tigre. «È morto Maradona». (Corriere della Sera)

Che – per ora – hanno già permesso di stabilire che proprio d’insufficienza cardiaca è morto il Pibe de Oro L’organo è stato estratto durante l’autopsia per ulteriori studi: una procedura spesso applicata quando le ragioni della morte non sono chiare. (IlNapolista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr