Euro 2020 - Italia - Juventus: Giorgio Chiellini lascia il capitano

BarSport.Net SPORT

Nonostante l’età avanzata, il capitano del Nacionale vuole continuare la sua carriera e punta al Mondiale 2022 in Qatar.

Il nostro calcio d’inizio della Coppa del Mondo Top 20 Players: Giocatori alla fine del loro contratto nell’estate del 2021. È ufficiale.

Il suo contratto con la Juventus è scaduto il 30 giugno e deve ancora essere prorogato.

Sirena Juventus. Anche se al momento non viene fatta alcuna offerta, la Juventus resta tranquilla

Ma nonostante la voglia di continuare, Chiellini non ha ricevuto alcuna offerta di proroga, come confermato dal suo agente Davide Lippi a Radio Radio:. (BarSport.Net)

La notizia riportata su altre testate

Per questo ci rivolgiamo a lui, capitano della Nazionale, affinché chieda ufficialmente alla Figc che Fiat non sia più Top Partner e auto ufficiale della Nazionale di calcio, almeno fino a quando il fondo Melrose non deciderà di riaprire lo stabilimento di Campi Bisenzio”. (piananotizie.it)

Contributo indelebile. Il contributo della Juventus è stato così importante e costante da averla resa la società che ha fornito il maggior numero di giocatori alla Nazionale Non solo oggi, ma già dagli anni passati l’Italia ha attinto dal bacino bianconero. (Juventus News 24)

E ora quel momento diventa anche un tatuaggio. Un tifoso azzurro ha deciso di immortalare il momento e si è fatto incidere sulla pelle la scena (Sportface.it)

Secondo molti, tifosi e non, proprio il capitano azzurro è stato fondamentale per la conqusita degli Europei da parte dell’Italia. Giorgio è stato al centro anche di una petizione dei tifosi inglesi per far rigiocare la finale di Euro 2020 (Calciopolis)

Chiellini tornerà poi alla Continassa per iniziare a lavorare nuovamente con Massimiliano Allegri, che la prossima stagione dovrà gestirlo e centellinarlo come fece nel suo ultimo anno in bianconero con Andrea Barzagli. (Juvenews.eu)

È molto probabile che nel prossimo campionato l'urlaccio «Kiricocho!» si diffonda tra i tifosi pronti ad affidarsi alla speranza estrema della superstizione Successe così che le disgrazie cominciarono a perseguitare gli altri club e l'Estudiantes, era il 1982, tornò a vincere il campionato. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr