Usa-Russia, prove di dialogo: il Pentagono chiama Mosca dopo 3 mesi e chiede il cessate il fuoco

Usa-Russia, prove di dialogo: il Pentagono chiama Mosca dopo 3 mesi e chiede il cessate il fuoco
Per saperne di più:
ilgazzettino.it INTERNO

Per la prima volta dal 18 febbraio, il ministro della Difesa Lloyd Austin ha parlato al telefono con il collega russo Sergei Shoigu.

Poche parole, ma piene di significato, a cominciare dal fatto che Austin e Shoigu non si parlavano da tre mesi

ppena quattro giorni fa, la portavoce di Joe Biden sembrava liquidare come impossibile l’idea di parlare con la Russia.

Laconica la comunicazione del Pentagono: «Il segretario Austin ha sollecitato un cessate il fuoco immediato in Ucraina e ha sottolineato l’importanza di mantenere le linee di comunicazione». (ilgazzettino.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Austin ha sottolineato l’importanza di mantenere aperte le linee di comunicazione, ma secondo un funzionario del Pentagono la telefonata “non ha risolto alcun problema serio” o modificato l’atteggiamento della Russia Anzi al contrario l’Ucraina punta ad armare un milione di persone per una “nuova lunga fase di guerra”, ha fatto sapere il ministro della Difesa Oleksiy Reznikov. (LaPresse)

“Il rifiuto della neutralità della Finlandia sarebbe un errore – ha detto Vladimir Putin, secondo quanto riferisce l’agenzia Tass – perché non ci sono minacce alla sua sicurezza”. La richiesta sarebbe stata definita da Putin un “errore” perché metterebbe fine alla “neutralità” finlandese. (Tuscia Web)

Roma, 14 mag. (LaPresse) -. (LaPresse)

Il Pentagono chiama Mosca: cessate il fuoco

Mosca taglia l'elettricità, Helsinki replica: "Potremo fare a meno delle importazioni di energia dalla Russia". 3.37 Ad oggi, 1.115 insediamenti in Ucraina sono stati liberati - Lo ha annunciato il presidente Volodymyr Zelensky nel suo discorso video notturno, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ucraina Unian. (Gazzetta del Sud)

Lo riporta la Tass (LaPresse) – Nel corso della sua telefonata con il presidente finlandese Sauli Niinisto il leader del Cremlino, Vladimir Putin, ha affermato che “il rifiuto della neutralità della Finlandia sarebbe un errore” perché “non ci sono minacce alla sua sicurezza”. (LaPresse)

Vadim Shishimarin ha 21 anni e rischia l’ergastolo: è il primo soldato di Mosca ad essere processato in Ucraina, accusato di crimini di guerra. Il dato di rilievo sta proprio (e solo) nella ripresa delle comunicazioni bilaterali tra Washington e Mosca, sollecitata tra l’altro qualche giorno fa, proprio Oltreoceano, dal premier Mario Draghi. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr