Astrazeneca e trombosi: così l'Ema ha gettato nel panico l'Italia e l'Europa

Astrazeneca e trombosi: così l'Ema ha gettato nel panico l'Italia e l'Europa
L'HuffPost SALUTE

Chi spiegherà che i rarissimi casi di trombosi hanno una incidenza percentualmente quasi irrilevante?

Chi li convincerà, soprattutto le donne under 55, del fatto che i benefici sono infinitamente superiori ai rischi?

Insomma, come sottolinea Andrea Crisanti “così si rischia di far saltare l’intera campagna vaccinale e di vivere altri due anni e mezzo con il Covid”.

Un paese e anzi un continente intero gettati nel panico, come se 14 mesi di pandemia di ansia non ne avessero portata già abbastanza. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri media

Marco Cavaleri, responsabile della strategia sui vaccini dell'Ema, ha detto al Messaggero che un legame tra il vaccino di AstraZeneca e la malattia è chiaro, sebbene l'agenzia non abbia ancora terminato la sua revisione. (Milano Finanza)

L’ipotesi del vaccino AstraZeneca solo agli over 60. L’Ema potrebbe suggerire di seguire la strada della Germania, somministrando il vaccino AstraZeneca solamente agli over 60 e 70 Dopo il nuovo parere dell’Ema, quindi, le indicazioni sulla somministrazione del vaccino AstraZeneca potrebbero cambiare. (Fanpage.it)

A puntualizzarlo è Thierry Breton, il commissario europeo responsabile della fornitura dei vaccini, citato da le Parisien. Il commissario europeo: "Se avessero rispettato contratti saremmo a stesso livello della Gran Bretagna". (Adnkronos)

Sileri: «L’Aifa non fermerà AstraZeneca, ma da Ema possibili limiti su alcune persone: ma che siano chiari»

in OLANDA e in GRAN BRETAGNA muoiono 7 persone dopo la SOMMINISTRAZIONE. Dettagli. (iLMeteo.it)

Negli ultimi giorni la presenza di rarissimi casi di trombosi in soggetti che si erano vaccinati giorni o settimane prima con Astrazeneca ha destato preoccupazione e nei prossimi giorni potrebbero esserci decisioni da parte dell'Agenzia Europea del Farmaco (Ema) e di quella italiana (Aifa) riguardanti la somministrazione o meno per determinate categorie di persone. (BariToday)

Sileri ha sottolineato come AstraZeneca sia stato utilizzato finora «in un numero estremamente alto di soggetti, mentre gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi». In ogni caso «non sarà probabilmente oggi l’Aifa a prendere la prima decisione sugli eventuali rischi del vaccino AstraZeneca, ma la dovrà prendere l’Ema a livello centrale». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr