Confcommercio: “Riaperture, in settimana arrivano nuove date”

AGIMEG ECONOMIA

Al via la settimana che porterà il Governo a definire il cronoprogramma delle nuove riaperture: dal wedding allo sport, dai ristoranti al chiuso all’allentamento del coprifuoco ai centri commerciali nei weekend.

Per il wedding le Regioni puntano a ripartire già dal primo giugno con linee guida che prevedono banchetti all’aperto, ospiti rigorosamente distanziati e mascherina per tutti.

Per il decreto sulle riaperture c’è stata infatti la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. (AGIMEG)

Su altre fonti

Il Consiglio comunale di Pozzallo, invece, ieri pomeriggio, su proposta del consigliere Massimo Solarino, ha approvato la proposta di mozione di solidarietà a Confcommercio Sicilia oltre alle attività commerciali tuttora chiuse L’assessore Turano, poi, facendosi portavoce assieme al collega Armao di tale istanza, ha chiesto a Manenti, e agli altri vertici di Confcommercio Sicilia che la stanno portando avanti, di sospendere la protesta. (Radio RTM Modica)

Questo il testo della lettera inviata dal commissario di Confcommercio Roma, Pier Andrea Chevallard al presidente della Regione Lazio e alla giunta. IL DIRETTORE DI MAXIMO. I centri commerciali sono sicuri. (Il Riformista)

E' quanto sottolinea Enrico Postacchini di Confcommercio, in relazione alla manifestazione simbolica Chiudere per riaprire a cui partecipano oggi i punti vendita dei 1300 centri commerciali che hanno abbassato le saracinesche per qualche minuto in segno di protesta contro le chiusure nei weekend. (ilmessaggero.it)

Confcommercio Lombardia, in vista della possibile revisione delle misure restrittive, ha delle richieste da fare al Governo Draghi: “Stop al coprifuoco e somministrazione consentita anche al chiuso: con entrambe le misure si potrà ottenere un impatto economico importante per bar e ristoranti e, in definitiva, per l’intera economia della Regione”. (MilanoToday.it)

Queste alcune delle motivazioni che muovono la protesta, diventate vere e proprie richieste avanzate in Commissione alle attività produttive dell’Ars e indirizzate al Governo regionale. Da cinque giorni Gianluca Manenti, presidente Confcommercio Sicilia, non tocca cibo. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr