Strage Erba, Marzouk: "Spero che si riapra processo"

Strage Erba, Marzouk: Spero che si riapra processo
Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Approfondimenti:
Il Sole 24 ORE INTERNO

Strage Erba, Marzouk: "Spero che si riapra processo" 10 luglio 2024 "Non mi interessa se sia per spaccio o per altri motivi, l'importante è che si riapra il processo". Lo ha detto Azouz Marzouk, padre e marito di due delle vittime della strage di Erba, uscendo dal palazzo di giustizia di Brescia dove i giudici sono chiusi in camera di consiglio per la decisione sulla revisione del processo a carico di Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati in via definitiva per l'eccidio del 2011 (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altre testate

Con l'opinione pubblica divisa da anni, gli addetti ai lavori spaccati a metà, il caso che dilania le coscienze e interroga da anni magistrati, criminologi e cronisti investigativi, quello della strage di Erba, oggi torna sotto i riflettori in quella che si annuncia come una giornata decisiva (oltre che (Secolo d'Italia)

Olindo Romano e Rosa Bazzi sono arrivati al palazzo di Giustizia di Brescia dove oggi è in programma la terza udienza per la decisione sulla revisione del processo per la strage di Erba. (La Repubblica)

"Loro ci sperano davvero che possa accadere". A riferire le parole di Olindo Romano e Rosa Bazzi sono i legali dei coniugi condannati per la strage di Erba del 2011. All'uscita del palazzo di giustizia di Brescia, dove i giudici sono in camera di consiglio, l'avvocato Fabio Schembri, che difende i coniugi, ha spiegato che l'intenzione del pool di legali (insieme a Schembri vi sono gli avvocati Nico D'Ascola, Luisa Bordeaux e Patrizia Morello) l'obiettivo è "dimostrare i fatti che abbiamo rappresentato". (Il Sole 24 ORE)

Strage di Erba: udienza cruciale, forse oggi decisione sulla revisione

A riferire le parole di Olindo Romano e Rosa Bazzi sono i legali dei coniugi condannati per la strage di Erba del 2011. "Loro ci sperano davvero che possa accadere". (ilmessaggero.it)

Riaprire il processo, accogliendo una o più possibili prove, o confermare l'ergastolo. (IL GIORNO)

Se il pg di Brescia Guido Rispoli e l’avvocato dello Stato Domenico Chiaro non dovessero replicare sull’ammissibilità delle istanze dei coniugi Romano e del sostituto pg Cuno Tarfusser o se la durata delle repliche anche dei difensori lo consentisse, i giudici potrebbero ritirarsi in camera di consiglio per la decisione. (StrettoWeb)