Ritorno a scuola in Sicilia, si scatena la rivolta dei sindaci: “Assurdo sperare nella zona arancione per la chiusura”

NewSicilia INTERNO

I sindaci delle province siciliane hanno scelto, infatti, di riunirsi al fine di prendere ulteriori provvedimenti per impedire il rientro in presenza che, in base all’andamento dei contagi, ritengono sia un gravissimo errore.

Si uniscono alla protesta dei primi cittadini anche i sindacati che hanno affermato: “È assurdo sperare di diventare zona arancione o rossa per tenere chiuse le scuole.

Ciò vuol dire auspicare un incremento delle degenze in Terapia Intensiva”. (NewSicilia)

La notizia riportata su altre testate

E Katia Perna, della Flc Cgil Sicilia, sottolinea: “Continuano le difficoltà nel reperimento dei supplenti per la sostituzione del personale assente e nelle comunicazioni relative alla positività degli alunni. (Tecnica della Scuola)

advertisement. “E’ necessario mettere in campo strumenti efficaci di tipo normativo e culturale – sottolinea il segretario regionale della Fnp Cisl - La Cisl Fnp continuerà a chiedere le protezioni sociali a tutela dei diritti più importanti, come quello ad avere una sanità adeguata. (Sardegna Reporter)

AGGIORNAMENTI:. 16.15 Il fronte dei è sindaci spaccato sul rientro a scuola. . Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella! Il ritorno a scuola è stato deciso stamane dalla task force regionale convocata dall’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla. (Livesicilia.it)

“L’Anci chiede alla Regione dati certi comune per comune sul numero dei positivi ma anche sul tipo di presenza e di pressione sulle strutture ospedaliere e sul numero dei vaccinati. “Il tracciamento e la fornitura dei presidi di protezione sono due condizioni fondamentali – rimarca Gaetano Agliozzo, segretario della Fp Cgil Sicilia – per garantire il ritorno a scuola in sicurezza. (Tempo Stretto)

Così Claudio Parasporo, segretario della Uil Scuola Sicilia, che aggiunge: “I dati che riguardano i contagi fanno presumere che i numeri ancora non hanno raggiunto il picco e che sicuramente la riapertura degli istituti, in questo momento, contribuirà ad una maggiore circolazione del virus. (Orizzonte Scuola)

Ha vinto la linea dettata dal governo nazionale e domani anche in Sicilia si torna in classe. Speriamo che il governo nazionale cambi le regole per avviare la dad e che ritorni a regole più stringenti nell’interesse dei lavoratori e degli studenti". (MessinaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr