VIDEO | Boccadifalco tra discariche di ingombranti e paura per il canale istruito

VIDEO | Boccadifalco tra discariche di ingombranti e paura per il canale istruito
PalermoToday INTERNO

"Qui viene a scaricare i rifiuti chi trasgredisce all'obbligo di differenziata a San Martino delle Scale.

Necessaria anche la bonifica del canale, non rischiamo che si ripeta quanto accaduto con l'alluvione del 15 luglio."

Servono telecamere di videosorveglianza e maggiori controlli.

| Boccadifalco tra discariche di ingombranti e paura per il canale ostruito. Antonio Abbonato, presidente dell'associazione "Basta poco per renderli felici", ci accompagna in un tour dal sapore amaro nel quartiere ai piedi di Monte Cuccio (PalermoToday)

Ne parlano anche altri giornali

Dal giorno successivo, infatti, la discarica di Sogliano, in Emilia Romagna, non sarà più in grado di accettare la spazzatura della Capitale. Intanto, però, Campidoglio e Regione Lazio continuano a rimanere fermi, ognuno nelle proprie posizioni. (Il Fatto Quotidiano)

O meglio, "sono aumentati notevolmente i volumi di rifiuti, ma essendo oggetti leggerissimi il peso della raccolta è rimasto sostanzialmente uguale" aggiunge De Angelis. Per la raccolta dei rifiuti speciali "abbiamo dovuto assumere due persone in più dedicate a questa incombenza, riattivato dei mezzi, predisposto dei kit e svolto un servizio puntuale che abbiamo rendicontato punto per punto" (il Resto del Carlino)

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante. Il diritto per la trasmissione della comunicazione rifiuti semplificata è di 15 euro, da versare con le modalità previste dalle singole Camere di Commercio (Ipsoa)

Campobasso, estensione del servizio di raccolta differenziata: l'elenco delle strade - quotidianomolise.com

Il furgone guidato dall'uomo al momento del controllo stradale, era pieno di materiali ferrosi, rifiuti speciali (non classificabili come urbani), pericolosi e non pericolosi (come condizionatori, materiale da giardino, parti meccaniche non bonificate, rame alluminio, ferro). (Il Messaggero)

Meno bene il recupero dei veicoli fuori uso: siamo al di sotto di quanto richiesto dall’Europa in termini di recupero totale del veicolo (84,2% a fronte di un target Ue del 95%) L’incremento si è registrato soprattutto per i rifiuti non pericolosi che rappresentano il 93,4% del totale. (La Repubblica)

Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste all’Ufficio Tributi tramite mail all’indirizzo [email protected] Si invitano, pertanto, i cittadini che non sono in regola con l’iscrizione ai fini della Tassa Rifiuti, a regolarizzare la propria posizione presentando la dichiarazione TARI prescritta dalla Legge n. (Il Quotidiano del Molse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr