Lazio-Milan, le parole di Inzaghi

Lazio-Milan, le parole di Inzaghi
Fantacalcio ® SPORT

Donnarumma ha fatto grandi parate su Immobile e Correa e penso che pochi portieri al mondo riescano a farle.

Penso che non ci sia nessun dubbio contro una grandissima squadra molto forte".

Per noi era una finale perché era l'ultra chance per rimanere attaccati ai primi posti e solitamente le finali le giochiamo in questo modo.

Domenica non avremo Acerbi ma dobbiamo guardare avanti e pensare per il quinto anno di fila saremo in Europa. (Fantacalcio ®)

Se ne è parlato anche su altre testate

La Lazio deve cercare di vincerle tutte. L'ex biancoceleste Gigi Corino è intervenuto ai microfoni di Radiosei per dire la sua sulla vittoria della Lazio contro il Milan e sulla corsa Champions: "Nei primi undici la Lazio se la gioca con tutti. (La Lazio Siamo Noi)

La Lazio si lascia alle spalle la 'manita' incassta giovedì dal Napoli e si riscatta battendo 3-0 il Milan tra le mura amiche dell'Olimpico centrando il sesto successo nelle ultime sette partite. Dopo 6 minuti della ripresa arriva il raddoppio della Lazio ancora con Correa. (Rai Sport)

Dall’altra parte una super Lazio a 61, potenzialmente 64, trascinata da sontuoso Correa, incantevole nei giorni in cui accende la lampada. Super Lazio contro il Milan, che ora è fuori dalla corsa. Primo fino a inverno inoltrato, il Milan deve fare i conti con il quinto posto a causa della peggior differenza reti rispetto a Napoli e Juventus, con cui condivide 66 punti. (Lazio News 24)

Correa affonda il Milan e richiama la Juve: la posizione e le cifre del colpo

L'Inter supera il Verona e vola verso lo Scudetto mentre la Juve inciampa a Firenze e si lascia scavalcare in classifica dai partenopei. La pagina Instagram ufficiale della Lega Serie A ha pubblicato i dieci scatti emblematici di questo turno tra cui c'è l'esultanza dei calciatori biancocelesti dopo il primo gol di Correa che ha aperto le danze nel match dell'Olimpico (La Lazio Siamo Noi)

S. Inzaghi. MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria (69′ Dalot), Kjaer (73′ Romagnoli), Tomori, Theo Hernandez; Bennacer (69′ Tonali), Kessié; Saelemaekers (63′ Brahim Diaz), Calhanoglu, Rebic; Mandzukic (63′ Leao). (ChiccheCalcio)

Il Tucu ha sempre colpito tutti per il suo talento, ma pecca di discontinuià e troppo spesso si oscura. E questa sembra essere l'unica qualità mancante per il salto di qualità definitivo. (ilBianconero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr