Perché la Germania esclude l'obbligo vaccinale ma non un nuovo lockdown

Today ESTERI

"Non possiamo escludere il lockdown". La situazione in alcuni Stati tedeschi "è davvero drammatica", "non possiamo escludere nessuna misura, incluso il lockdown".

Attualmente i posti liberi in terapia intensiva a Berlino sono l'8,1%, in Sassonia l'8,8% e il 9,4% in Baviera.

Sono 3.845 i letti di terapia intensiva occupati in tutta la Germania e 399,8 l'incidenza settimanale media su 100.000 abitanti

Continua a preoccupare la quarta ondata dell'epidemia di Covid-19 in Germania. (Today)

Se ne è parlato anche su altre testate

Vaccinazione: le differenze regionali. Come detto, attualmente in Germania è vaccinato il 68,1% della popolazione Covid, bollettino Italia e Lombardia 24 novembre 2021: dati e contagi Coronavirus. Il ministro tedesco aveva puntato il faro sulla "molto contagiosa variante Delta" sottolineando che "con grande probabilità le persone non vaccinate contrarranno il coronavirus". (Il Giorno)

Alla fine dell’inverno i tedeschi saranno vaccinati, guariti o morti». La previsione shock del ministro della Sanità, Jens Spahn, restituisce la misura dell’emergenza pandemica che in Germania è fuori controllo e collima con il monito dei medici della Sassonia pronti ad applicare il triage negli ospedali, cioè a «scegliere chi verrà curato e chi no». (Il Manifesto)

Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. 2021. Sputnik Italia [email protected] +74956456601 MIA „Rosiya Segodnya“ 252 60. Notiziario. it_IT. Sputnik Italia feedback. (Sputnik Italia)

Non c’è limite al green pass: «Da oggi, nella nostra associazione si applica la regola 2G», cioè la regola del green pass rilasciato solo a vaccinati (geimpft) o guariti (genesen). E così i Laender corrono ai ripari: coprifuoco, dad, chiusure e 2G, appunto. (Tempi.it)

«In alcune regioni della Germania la situazione non è solo grave, ma ora è molto, molto drammatica. Dobbiamo trasferire i pazienti, le unità di terapia intensiva sono piene»: lo dice il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, che torna a manifestare fortissima preoccupazione per la situazione Covid in Germania. (La Stampa)

Le terapie intensive sono allo stremo e in alcune regioni i posti letto in rianimazione sono già terminati. Ad aprire il dibattito è stato il bavarese Markus Soeder, che ha rivelato che l'80% della sua Csu sarebbe a favore (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr