Stellantis restituisce in anticipo il prestito Sace e rilancia in Cina: punta alla maggioranza della jv con G…

La Repubblica ECONOMIA

Uno su tutto quello con Foxconn per quanto riguarda i microchip e la joint venture Mobile Drive per i servizi digitali a bordo delle vetture di domani.

Probabile che il socio cinese, Guangzhou Automobile Group, voglia attendere il via libera del governo rispetto alla salità al 75% delle quote Stellantis nella joint venture

Nel corso sempre del 2022 GAC Group (Guangzhou Automobile Group Motor Company) e Stellantis collaboreranno con lo scopo di completare le formalità dell'accordo che prevede la crescita delle quote azionarie, che rimane soggetto all'approvazione del governo cinese. (La Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

Comunque sia, la risoluzione della cosiddetta “questione cinese” è una priorità per Stellantis, a cui l’amministratore delegato Carlos Tavares dovrà riservare la maggior attenzione possibile. L’acquisizione di una quota di maggioranza avverrebbe nell’ambito di una strategia che mira a rafforzare la propria presenza sul mercato più importante del mondo. (Il Fatto Quotidiano)

Lo rende noto un comunicato, specificando che si tratta di «un cambiamento possibile grazie al nuovo quadro normativo che consente ulteriori investimenti stranieri nelle joint venture esistenti». Stellantis prevede di acquisire una quota di maggioranza nella joint venture con GAC Group in Cina, passando dal 50% a al 75%. (La Stampa)

Nei giorni scorsi il gruppo Stellantis ha ufficialmente confermato l’intenzione di voler aumentare la sua partecipazione nella Joint Venture in Cina con GAC. Insomma qualche problemino con GAC sembra esserci. (ClubAlfa.it)

L’annuncio è un elemento fondamentale del piano di Stellantis per la costruzione di nuove basi per la sua attività in Cina. GAC Group e Stellantis continueranno a collaborare strettamente tra loro per far crescere l’attività redditizia del marchio in Cina (Calcio e Finanza)

Tavares parla chiaro e forte, sui temi dell’auto elettrica e della produzione, in Italia: poco sostenuta la prima e troppo onerosa la seconda. (Automoto.it)

Forte ripresa delle vendite di Stellantis in Cina e riorganizzazione del business aftermarket. Proprio ieri Stellantis ha annunciato di voler aumentare la partecipazione, oggi pari al 50%, nella joint venture in Cina con Guangzhou Automobile Group (Gac). (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr