Regionali in Calabria, Irto (Pd): 'Letta mi ha detto che non posso essere io il candidato'

Regionali in Calabria, Irto (Pd): 'Letta mi ha detto che non posso essere io il candidato'
Il Lametino INTERNO

Questioni imprescindibili per la Calabria che prima o dopo andranno affrontate".

Reggio Calabria - Nuovo colpo di scena all'interno del centrosinistra calabrese.

Mi è stato spiegato - afferma Irto - che per fare un accordo politico con il M5S è opportuno individuare un’altra candidatura.

Ho chiarito che non vado in vacanza ma lavorerò, nei modi che saranno più opportuni, per cambiare il Partito democratico e per mettere al centro dell’interesse nazionale i problemi della Calabria

Nicola Irto, infatti, affida a un post su Facebook la notizia che non sarà candidato a presidente. (Il Lametino)

Ne parlano anche altri giornali

Pd provinciale Siena: ''Canditura di Letta sarebbe una opportunità''. La direzione provinciale del Partito Democratico di Siena, il 10 giugno, ha approvato con voto unanime un documento che esprime piena fiducia nel segretario Enrico Letta e gli chiede ufficialmente la sua disponibilità a candidarsi sul collegio uninominale Toscana 12. (SienaFree.it)

In secondo luogo ma assolutamente fondamentale si è rivelato l’insediamento del nuovo Presidente dell’AdSP Pino Musolino che con la sua grande capacità manageriale, la sua tenacia e la sua risolutezza nell’affrontare anche le sfide più difficili ha già dato prova, pur nel breve periodo trascorso dal suo insediamento, di essere molto semplicemente la persona giusta al momento giusto. (TerzoBinario.it)

Aprirà uno spiraglio ora che la candidatura di Irto è saltata? Ma dentro il Pd qualcosa è cambiato. Adesso è ufficiale: Nicola Irto ritira la propria candidatura a governatore della Calabria per il Partito democratico. (Il Reggino)

Verso le elezioni regionali, Letta e Conte insieme in Calabria

«Data la situazione politica attuale - ha detto il segretario provinciale Pd Andrea Valenti - riteniamo che la candidatura sul collegio senese del segretario nazionale possa rappresentare una opportunità per la nostra provincia e per il capoluogo». (Corriere Fiorentino)

«I due magistrati che si candidano, peraltro da civici, notoriamente non sono mai stati organici a movimenti politici. D opo una lunga attesa, alcuni vertici andati a vuoto e una trattativa tutt'altro che facile, il centrodestra trova la quadra sui candidati. (ilGiornale.it)

L’arrivo congiunto dei due big politici è previsto per la settimana prossima, come riporta il Fatto quotidiano. Tempo di lettura (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr