Muore di Covid a 32 anni: non si era ancora vaccinato

Muore di Covid a 32 anni: non si era ancora vaccinato
Corriere CE INTERNO

Non era vaccinato perché non ha fatto in tempo

Non ha fatto in tempo a fare il vaccino: Francesco è una delle vittime più giovani in Campania. Francesco Sorianiello aveva 32 anni e da meno di un anno era diventato papà di un bambino bellissimo le cui foto tappezzano il suo profilo social.

Chi potrà dire, ora, a quello scricciolo di appena nove mesi che il suo papà non c’è più?

FRANCESCO È MORTO CON IL COVID-19. (Corriere CE)

La notizia riportata su altri media

A parlare sfogandosi su Facebook è la moglie di Francesco Sorianiello, morto di Covid a 32 anni. L'uomo, padre di un bambino di nove mesi e originario di Afragola (in provincia di Napoli), era ricoverato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. (leggo.it)

Napoli Covid: 28nne non si vaccina, partorisce e muore Ricoverata da agosto. Il bimbo sta bene, lei si è aggravata. Condividi. Una ragazza di 28 anni è morta di Covid nel reparto dedicato alle donne in stato di gravidanza al II Policlinico di Napoli. (Rai News)

Palma Reale, 28 anni, è morta di Covid nel reparto dedicato alle donne in stato di gravidanza e positive al Policlinico Federico II di Napoli. Il bimbo sta bene. (Il Fatto Vesuviano)

Francesco Sorianiello morto di Covid a 32 anni: non aveva il vaccino

Quello della 29enne è il secondo decesso nel reparto “Abbiamo ancora due ragazze in terapia intensiva e gli arrivi sono costanti, il reparto è pieno. (Metropolis)

Non esistono controindicazioni e il vaccino, non influisce sulla fertilità della donna, nè vi è alcun motivo per rimandare una gravidanza» E’ accaduto a Napoli dove una donna era ricoverata in terapia intensiva al II Policlinico: era intubata da circa dieci giorni dopo essere stata ricoverata ad agosto. (Gazzetta del Sud)

Muore di Covid a 32 anni: non aveva ricevuto il vaccino ed era quindi sprovvisto degli anticorpi che fanno da “scudo” contro i sintomi più violenti del virus evitando così che possa svilupparsi in forme letali. (Caffeina Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr