Eitan, la guerra delle famiglie: “Soffre, fatelo tornare”; “No, la sua casa è qui”

Eitan, la guerra delle famiglie: “Soffre, fatelo tornare”; “No, la sua casa è qui”
HelpMeTech INTERNO

E’ l’unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone.

Ed è stato prelevato a Pavia per essere portato in Israele | Read More | Repubblica.it > Cronaca. Advertisements Loading

Zia paterna e nonno materno si scontrano sul bambino di 6 anni.

(HelpMeTech)

La notizia riportata su altre testate

La stessa fonte ha poi aggiunto che la zia ha anche successivamente ricevuto un messaggio dall'avvocato del nonno nel quale si confermava che il piccolo Eitan era arrivato in Israele. L'affidamento alla zia paterna dopo la tragedia Subito dopo l'incidente alla funivia del Mottarone, Eitan è stato affidato in prima istanza alla zia paterna dal tribunale dei minori di Torino (Sky Tg24 )

Leggi anche Eitan portato in Israele dal nonno, per la zia «è stato un rapimento». Eitan a Travacò non è più tornato. (La Provincia Pavese)

Shmulik Peleg, il nonno materno, non l’ha riportato nell’appartamento, a Pavia, dove il piccolo vive con la zia Aya, sorella del papà Eitan è stato rapito. (La Stampa)

La zia paterna di Eitan: “Pavia è la sua casa, siamo molto preoccupati”

Il bambino ha perso entrambi i genitori, il fratellino e i bisnonni nell'incidente della funivia nel quale sono morte 14 persone di varia nazionalità. Eitan, che ha 6 anni, sta seguendo un percorso di riabilitazione anche attraverso gli psicologi, che lo supportano fin da quando è stato ricoverato in ospedale. (ilGiornale.it)

Eitan – secondo la ricostruzione della tv israeliana Kan – avrebbe lasciato la casa a Pavia con il nonno questa mattina. “La nomina della dottoressa Biran Nirko a tutrice di Eitan – avevano sottolineato all’epoca i legali della zia paterna in Italia – è stata disposta e confermata dai giudici tutelari competenti” (Il Fatto Quotidiano)

Pavia è la sua casa dove è cresciuto, noi lo aspettiamo a casa. Siamo molto preoccupati per la sua salute”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr