Green pass lavoro obbligatorio da oggi, cosa rischia chi è senza

Adnkronos INTERNO

Oltre alla retribuzione, "non sarà più versata al lavoratore senza Green pass qualsiasi altra componente della retribuzione, anche di natura previdenziale, avente carattere fisso e continuativo, accessorio o indennitario, previsto per la giornata di lavoro non prestata

Green pass Italia obbligatorio anche sul posto di lavoro a partire da oggi, venerdì 15 ottobre.

Infatti il lavoratore che accede al luogo di lavoro senza Green pass è soggetto, con provvedimento del Prefetto, a una sanzione amministrativa che va da 600 a 1.500 euro. (Adnkronos)

Su altri media

Il lavoratore che accede al luogo di lavoro senza green pass va incontro ad una multa che va da 600 a 1.500 euro. GREEN PASS E PRIMA DOSE. La Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione (prima dose) viene generata automaticamente dalla Piattaforma nazionale-DGC dopo 12 giorni dalla somministrazione ed è valida dal 15° giorno dal vaccino fino alla data della seconda dose. (Adnkronos)

I controlli del Green pass saranno a carica del datore di lavoro o un suo designato. Ci siamo, scatta il nuovo decreto per il quale il Green pass diventa obbligatorio per andare al lavoro anche a Verona. (veronaoggi.it)

Il 15 ottobre 2021 scatta l’obbligo di Green Pass per i lavoratori pubblici e privati. Realizzata dallo Studio Legale Martorana, collaboratore di Altalex.com, la guida operativa riassume in maniera schematica i punti principali: aspetti procedurali dei controlli, strumenti tecnologici, questioni di privacy, esenzioni, obblighi, sanzioni etc. (Altalex)

La verifica anticipata della validità del Green Pass consente di intercettare i lavoratori sprovvisti della certificazione verde e quindi di organizzare la giornata lavorativa e i turni. Green Pass obbligatorio a lavoro. (Salernonotizie.it)

Attualmente viene effettuata una media di 274.680 tamponi giornalieri (dati settimana 04-11 ottobre); si stima che dal 15 ottobre in avanti saranno richiesti 1.519.188 tamponi al giorno, per un costo giornaliero massimo pari a € 21.147.929 Tutti in fila ed in attesa di poter fare un tampone, non essendo in possesso della certificazione verde, e poter avere così la sicurezza di poter andare al lavoro. (Primocanale)

No, l’uso del green pass è una misura ulteriore che non può far ritenere superati i protocolli e le linee guida di settore. I clienti non sono tenuti a verificare il green pass dei tassisti o dei conducenti di NCC (Imperiapost.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr