Prosciutto crudo San Daniele, così cambia il re del Made in Italy a tavola

Prosciutto crudo San Daniele, così cambia il re del Made in Italy a tavola
QuiFinanza QuiFinanza (Economia)

Arrivano nuove e più strette regole per la preparazione del prosciutto crudo San Daniele.

Dal 1996 il prosciutto di San Daniele è riconosciuto dall’Unione europea come prodotto a Denominazione di Origine Protetta.

Ne parlano anche altri giornali

di Giorgio dell'Orefice. (Ansa). 2' di lettura. Giro di vite per il Prosciutto di San Daniele. Ridotto il contenuto di sale che potrà oscillare tra un minimo del 4,3% e un massimo del 6%. (Il Sole 24 ORE)

L'obiettivo, fin dalla nostra istituzione, è sempre stato quello di promuovere, valorizzare e tutelare il Prosciutto di San Daniele. Altrettanto nuovo è il limite fissato per il peso del prosciutto stagionato (massimo 12,5 kg, minimo 8,3 kg). (La Stampa)

Tra le novità: l'introduzione di un peso massimo di 17,5 kg e di un peso minimo di 12,5kg per le cosce fresche impiegate nella preparazione del prosciutto di San Daniele. Altrettanto nuovo è il limite fissato per il peso del prosciutto stagionato (massimo 12,5 kg, minimo 8,3 kg). (Sky Tg24 )

La revisione del Disciplinare è un atto volontario unilaterale voluto dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele nonché una nuova pietra miliare per il miglioramento qualitativo del San Daniele che ha l’obiettivo di garantire al consumatore standard sempre più elevati. (Il Friuli)

ll nuovo Disciplinare del prosciutto San Daniele. Prosciutto San Daniele: cosa cambia con il nuovo disciplinare? Tecnologia al servizio della tradizione, che non stravolge la produzione ma mira alla salvaguardia del prodotto e alla giusta valorizzazione. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.