Scuola, test Invalsi e Dad: «Anche in Emilia crollo delle competenze degli studenti»

Corriere della Sera INTERNO

Le riflessioni sugli strumenti È consapevole che ci sia molto da fare per risalire la china il vicedirettore dell’Ufficio scolastico regionale Bruno Di Palma.

Il rischio di dispersione è concreto, soprattutto nei professionali, la scuola avrà bisogno dell’aiuto di tutti, compresi i diversi interlocutori sul territorio»

Uno studente in Dad (foto archivio). Non che prima la situazione fosse rosea, ma è certo che la pandemia, con conseguente dad prolungata, soprattutto alle superiori, ha contribuito ulteriormente a erodere le competenze degli studenti. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

La sfida che la dad ci propone non è nella distanza, ma nella prima d, quella di didattica Cristina Giachi * In questi giorni è tutto un gran parlare di apprendimento, didattica, aule. (La Nazione)

Inoltre, tra questi ultimi diminuisce di più la quota di studenti con risultati più elevati. (AndriaViva)

Veniamo da un anno e più di dad, la famigerata didattica a distanza, ed è comprensibile che si volesse conoscere l’effetto sugli apprendimenti degli studenti. A sentire l’Istituto nazionale di valutazione del nostro sistema scolastico (Invalsi), è stato pessimo. (Il Mattino)

Bisogna che la politica tutta, dal ministro dell’istruzione a quello della salute per passare dal parlamento alle regioni trovino una soluzione affinché sia garantita la scuola in presenza”. Lo ha detto sulla sua pagina facebook il direttore di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti sulla sua pagina facebook. (Genova24.it)

Si può purtroppo riassumere che al crescere dei gradi scolastici, la perdita degli apprendimenti aumenta. «I dati Invalsi a livello nazionale non sono di certo confortanti – ha commentato la professoressa Margherita Zanasi, dirigente dell’Istituto Selmi di Modena – tuttavia l’Emilia Romagna tiene. (La Gazzetta di Modena)

Invalsi, in Puglia e Campania si pagano i danni delle chiusure prolungate: “c’è responsabilità politica”. (Oggi Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr