Covid, lo studio americano: il rischio di contagio da superfici è solo di 1 su 10 mila

Covid, lo studio americano: il rischio di contagio da superfici è solo di 1 su 10 mila
Corriere della Sera INTERNO

L’uso di disinfettanti per l’igiene delle superfici ha dimostrato di essere efficace «nel prevenire la trasmissione secondaria di Sars-Cov-2 tra una persona infetta e altre persone all’interno della famiglia.

La rivista Nature aveva già affrontato il tema lo scorso febbraio con un lungo articolo e un editoriale di accompagnamento: il rischio di contagio del coronavirus attraverso le superfici è quasi nullo, nonostante ciò gli sforzi si concentrano ancora su pulizie e sanificazioni. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre testate

Quest'oggi vengono segnalati 11 morti in Liguria (tra il 31 marzo e ieri) dei quali nessuno in provincia di Imperia. Sono infatti 421 i nuovi positivi al Covid-19 oggi in Liguria, a fronte di 5.000 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore (oltre ai 3.113 antigenici rapidi), ovvero uno ogni 11,87 pari al 8,42%. (SanremoNews.it)

La situazione dei contagi nelle province vede in testa Modena con 297 nuovi casi, seguita da Bologna con 203,poi Reggio Emilia (202), Rimini (157), Ferrara (154) e Ravenna (125). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 343 (-9 rispetto a ieri), 2. (ParmaToday)

Schizzano i positivi che portano, inevitabilmente, a nuove misure severe, anche se non pari a quelle di altri paesi. Il 21 marzo era avvenuto un calo consistente dei contagi, tanto che il Paese aveva deciso di revocare lo stato di emergenza. (Corriere dello Sport.it)

VIDEO | Covid e povertà, a Brancaccio il virus si combatte con la solidarietà

I nuovi casi, scrive Giani sui social, sono stati registrati "su su 26.094 test di cui 15.031 tamponi molecolari e 11.063 test rapidi. I dati della Protezione Civile su contagi, ricoveri e decessi regione per regione nella giornata di passaggi tra zona rossa e zona arancione. (Adnkronos)

Purtroppo, anche dopo l’accorata sollecitazione ricevuta dai Medici di Base del Territorio e la verifica dell’aumento dei contagi, sarò costretto ad intraprendere nuovi provvedimenti e decretare ulteriori restrizioni Nonostante la zona rossa, nonostante i miei ripetuti ed accorati appelli, tutto sembra scorrere normalmente, si è allentata l’attenzione. (CasertaNews)

In primis la povertà abitativa e la difficoltà di dover convivere con familiari contagiati in spazi troppo stretti anche per tempi normali. "Non ce la facciamo più - ci raccontano - vorremmo solo vivere una vita normale e il virus rende tutto più difficile. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr