Monete rare e preziose, il tesoro scoperto per caso: la grotta delle meraviglie

Monete rare e preziose, il tesoro scoperto per caso: la grotta delle meraviglie
Più informazioni:
ContoCorrenteOnline.it ESTERI

I tre ricercatori rispondono ai nomi di Alfonso Fanjul, Antonio Juaneda e Roberto García, e quello che vedranno dopo l’ingresso nella stessa grotta, cambierà per sempre le loro vite.

Questa è una breve dichiarazione rilasciata da parte di uno dei tre ricercatori

Monete rare e preziose, il tesoro scoperto per caso: una scoperta sensazionale quanto casuale vecchia di 1600 anni.

Tre ricercatori, li per un tour fotografico lungo le rive del fiume Nalòn, si imbattono in una grotta che non pensavano di trovare li. (ContoCorrenteOnline.it)

Ne parlano anche altre testate

Scavando in cerca di cibo, ha aperto una piccola fessura nel terreno che invece conteneva l'antico tesoro, ovviamente poco interessante per lui. Tra questi, negli anni Trenta sono apparse circa 14 monete d'oro risalenti al regno di Costantino I, imperatore romano che regno' dal 306 al 337 d. (AGI - Agenzia Italia)

La storia del tasso che ha scoperto un inestimabile tesoro arriva da Grado, nelle Asturie, a Nord della Spagna. Tuttavia, quel tasso, non ci ha fatto caso, e ha continuato nella sua ricerca di cibo. (Oggi Treviso)

sonoalaska ha creato un format in cui mette a disposizione la sua penna per riscrivere brani famosi a seconda delle richieste del pubblico. Da oggi in radio e in digitale “Pupille” il singolo che segna l’esordio discografico della cantautrice romana sonoalaska. (Sardegna Reporter)

il più incredibile dei ritrovamenti – Libero Quotidiano

Siamo in Spagna, a Berció, presso Grado, nella regione delle Asturie, nella grotta de La Cuesta. Non a caso, la grotta che ha fatto da cornice alla particolare storia è stata anche ribattezzata “la grotta del tasso”. (Il Messaggero)

A caccia di bacche e vermi, un tasso affamato ha portato alla luce la più grande collezione di monete romane mai scoperta nel Nord della Spagna, successivamente autenticata da due archeologi. Gli studiosi hanno attribuito l'insolito ritrovamento al tasso perché è avvenuto nei pressi della sua tana. (Tiscali.it)

La scoperta del tesoretto da 209 monete romane datate dal III al V secolo d.C, è stata fatta dagli archeologi. È accaduto a un tasso in Spagna, a Berció, presso Grado, nella regione delle Asturie, nella grotta de La Cuesta. (GameGurus)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr