Come nasce un pianeta

GQ Italia GQ Italia (Scienza e tecnologia)

È noto agli astronomi che i pianeti nascono nei dischi di polvere stellare che circondano giovani astri, come è appunto AB Aurigae, nel momento in cui si aggrumano gas freddo e polvere.

Consentono al gas e alla polvere del disco di accumularsi sul pianeta in formazione e farlo crescere».

Se ne è parlato anche su altri media

La struttura osservata potrebbe essere la prima prova diretta della nascita di un pianeta, riporta un comunicato stampa dell’ESO. Cari politici, caro Presidente del Consiglio, caro Presidente del Senato, caro Presidente della Repubblica, stiamo vivendo una situazione che nessuno di noi si sarebbe mai immaginato di vivere e le de . (Zazoom Blog)

Leggi su ilfogliettone Una straordinaria spirale di polvere e gas e un nodo giallo e brillante : un telescopio dell’ESO vede i segni della nascita di un pianeta (Di mercoledì 20 maggio 2020) Gli astronomi dell'Eso (l'Osservatorio Europeo Australe) potrebbero aver trovato le tracce delladi un nuovo. (Zazoom Blog)

SPHERE, con il suo sistema di imaging, si sta rivelando uno strumento all’avanguardia utilissimo, essenziale per il lavoro del futuro Extremely Large Telescope da 39 metri. Dopo un anno dalla prima foto in assoluto di un buco nero, ora abbiamo anche la prima prova diretta di come nasce un pianeta! (DR COMMODORE)

Al fine di migliorare il funzionamento del sito, e di presentare le notizie più rilevanti e la pubblicità selettiva, raccogliamo informazioni di natura tecnica e non personale su di lei, anche mediante l'utilizzo di strumenti forniti da nostri partner. (Sputnik Italia)

Nel punto in cui si sta formando un pianeta, i “protopianeti” crea una sorta di disturbo nel disco sotto forma di un’onda. AB Aurigae è una stella molto giovane, con un’età inferiore ai 10 milioni di anni, che si trova ad una distanza da noi di circa 531 anni luce. (Notizie scientifiche.it)

La regione in cui si vede il "nodo" giallo e brillante vicino al centro della nuova immagine di AB Aurigae, che si trova a una distanza dalla stella pari a circa quella di Nettuno dal Sole, è uno dei siti in cui gli scienziati ritengono che si stia formando il nuovo pianeta. (Corriere di Arezzo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr