Merano, 17enne ustionato durante uno stage. Gli studenti annunciano scioperi e mobilitazioni

Open INTERNO

Esprimiamo solidarietà e vicinanza alla famiglia, i compagni di scuola e gli amici del ragazzo», ha concluso Redolfi

Ferito anche un operaio di 36 anni, che insieme al ragazzo è stato trasportato direttamente all’ospedale di Bolzano: sono entrambi in gravi condizioni.

È il terzo grave incidente che si verifica quest’anno nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, quello che ieri pomeriggio ha visto un ragazzo di 17 anni rimanere ustionato da un ritorno di fiamma in una carrozzeria a Merano (Open)

Ne parlano anche altre testate

Il diciassettenne è rimasto ustionato venerdì 20 maggio durante l'alternanza scuola-lavoro a causa di un ritorno di fiamma. L'unione degli studenti ricorda invece che quello di Merano è il terzo incidente grave nel corso del 2022 durante l'alternanza scuola-lavoro: "Non staremo a guardare, ci saranno scioperi e mobilitazioni studentesche in tutto il Paese". (TrentoToday)

La voce degli studenti: “Alternanza scuola lavoro va abolita”. Dopo quanto accaduto al 17enne nell’officina di Merano, è tornata a farsi sentire la voce degli studenti. “Vogliamo sicurezza dentro e fuori le scuole, vogliamo che l’Alternanza scuola lavoro e gli stage vadano aboliti in favore dell’istruzione integrata”, afferma Redolfi. (Periodico Italiano)

Morire o rischiare la vita in fabbrica a causa dell’alternanza scuola-lavoro. Era accaduto a gennaio in Friuli, è accaduto di nuovo nelle Marche a febbraio. (Il Fatto Quotidiano)

“Non staremo a guardare, ci saranno scioperi e mobilitazioni studentesche in tutto il paese”, annuncia l’Unione degli studenti all’indomani dell’incidente avvenuto in un’officina di Merano, nel corso del quale è rimasto ferito uno studente 17enne che stava svolgendo un periodo di Alternanza scuola-lavoro. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Il ministro ha spiegato che sta per essere firmato un accordo ulteriore con il ministero del Lavoro: «Devono valere le regole di sicurezza sul lavoro per tutti» È intervenuto anche il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi: «I morti sul lavoro in questo Paese sono troppi. (ilGiornale.it)

Il ragazzo frequenta un istituto professionale di Merano ed era impiegato nell’alternanza scuola-lavoro. Non dimentichiamo che questo è il Paese che ha il più alto indice di morti sul lavoro, non solo per i ragazzi. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr