La condanna di Profumo (e Viola) fa più male a Leonardo che a Mps in Borsa: il M5s chiede le dimissioni

La condanna di Profumo (e Viola) fa più male a Leonardo che a Mps in Borsa: il M5s chiede le dimissioni
la Repubblica la Repubblica (Interno)

Per gli analisti di Equita, invece, "le questioni legali non hanno impatti su cariche e strategia".

Solo in leggero ribasso invece i titoli del Monte ( segui in diretta ), che pure potrebbe vedere complicato il suo percorso di privatizzazione a seguito delle possibili richieste di risarcimento che trovano maggior forza dalla decisione del tribunale.

Alla luce della condanna ricevuta, ci aspettiamo che Alessandro Profumo, nell’interesse dell’azienda, rimetta il mandato da Ad di Leonardo. (la Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

Forti vendite su Leonardo mentre scoppia bagarre politica su Profumo Profumo è stato condannato in primo grado a sei anni di reclusione in qualità di ex presidente Mps per il reato di aggiotaggio e false comunicazioni sociali. (Il Sole 24 ORE)

Una Babele di norme in cui i capi azienda rischiano solo se l’etica prevale o se la politica s’impone. Ecco com'è stata recepita dalle partecipate di Stato. La condanna di Alessandro Profumo, oggi alla guida di Leonardo, fa esplodere le contraddizioni sui requisiti di onorabilità dei manager di Stato. (Il Fatto Quotidiano)

Chiamata in causa anche la banca. Indenne da questo processo non è uscita nemmeno la banca. Tra gli altri condannati anche Paolo Salvadori, l’ex presidente del collegio sindacale che adesso dovrà scontare una pena pari a tre anni e sei mesi per false comunicazioni sociali. (QuiFinanza)

Condannati a 6 anni di carcere gli ex vertici di Monte dei Paschi di Siena

Abbiamo sempre creduto nel corretto operato dei nostri assistiti”, ha commentato uno dei difensori di Profumo e Viola, l’avvocato Adriano Raffaelli. Condannato a 3 anni e 6 mesi per il reato di false comunicazioni sociali l’ex presidente del collegio sindacale, Paolo Salvadori. (Money.it)

Le assemblee di Eni e dell'allora Finmeccanica, invece, bocciarono i requisiti di onorabilità rafforzati che avrebbero di fatto reso removibile un amministratore in caso di 'semplice' inchiesta. (la Repubblica)

A settembre Alessandro Profumo è stato nominato presidente dell’Associazione europea delle industrie dell’Aerospazio Difesa e Sicurezza (ASD). Siamo sicuri che i nostri assistiti abbiano operato correttamente", ha commentato l'avvocato Adriano Raffaelli, difensore insieme a Francesco Mucciarelli, di Profumo e Viola. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr