Etna, il timelapse dell'eruzione dal cratere sud-est

Etna, il timelapse dell'eruzione dal cratere sud-est
Il Messaggero INTERNO

(Video Francesco Agati)

Protagonista è sempre il Cratere di Sud Est, dove sono presenti alte fontane di lava e da cui emerge una nube di cenere lavica alta più di un chilometro.

L'Ingv-Osservatorio Etneo ha emesso un'allerta Vona per gli spazi aerei di colore rosso.

Il nuovo fenomeno è stato preceduto da un trabocco lavico, con la colata che si dirige verso la desertica Valle del Bove.

Una nuova attività parossistica è in corso sull'Etna. (Il Messaggero)

La notizia riportata su altri media

fonte foto https://www.vigilfuoco.tv/. La nuova eruzione dell’Etna. La nuova eruzione dell’Etna è avvenuto nel pomeriggio di martedì 16 febbraio CATANIA – Nuova eruzione dell’Etna. (News Mondo)

La sorgente del tremore risulta localizzata al di sotto del cratere di Sud-Est, nell’intervallo di profondità tra 2.800 e 2.900 metri sopra il livello del mare. Secondo il monitoraggio dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania l’ampiezza media del tremore vulcanico mostra valori elevati con tendenza all’incremento. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

La durata delle missioni è di sette anni Il satellite dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea, Sentinel-2 giovedì alle 10,40 (ora italiana) è passato sopra la Sicilia e ha scattato una straordinaria immagine delle ultime colate laviche dell’Etna, che da quale giorno è entrato in eruzione. (Corriere della Sera)

Etna, l’eruzione continua: debole attività stromboliana in corso dal cratere di Sud-Est

Ne sono un esempio le immagini pubblicate sulla pagina Facebook INGVvulcani (vedi foto della gallery scorrevole in alto), in cui vengono riportati anche alcuni consigli per ripulire l’auto. (MeteoWeb)

Un nuovo trabocco lavico si è verificato anche questa mattina poco prima delle 8:55, seguito da un altro fenomeno parossistico con alte fontane di lava. Nella foto si possono osservare le colate laviche scendere dalla sommità del vulcano innevato: la più lunga, che si estende per circa 4 chilometri, si dirige verso la desertica Valle del Bove. (Sky Tg24 )

La sorgente del tremore e’ localizzata al di sotto del cratere di Sud-Est, nell’intervallo di profondita’ 2-600-2.700 metri sopra il livello del mare L’ampiezza media del tremore vulcanico e’ su valori medi, ma e’ in graduale incremento. (MeteoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr