Strage di Capaci, il tributo della Polizia agli agenti morti 28 anni fa

Strage di Capaci, il tributo della Polizia agli agenti morti 28 anni fa
La Repubblica La Repubblica (Interno)

Il loro coraggio e la loro forza d’animo possano fungere da guida per le giovani generazioni", sono le parole della Polizia in occasione dell'anniversario della strage di Capaci.

video Polizia di Stato

La Polizia di Stato, sulle note del Silenzio, nel Sacrario dei Caduti ricorda gli Agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina che - insieme ai giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino - 28 anni fa sono stati trucidati dalla mafia.

La notizia riportata su altri media

Non ho conosciuto il giudice Falcone, solamente una volta tentai di rivolgere una domanda ricevendo un secco no, ma lui e i caduti di quella strage rappresentano un frammento importante della mia memoria. (Tempo Stretto)

La donna ha ricordato l'infanzia semplice di Antonio nel suo piccolo paese, i giorni "spensierati di maggio trascorsi in giardino, le canzoni preferite. Quei 600 chili di tritolo, esplosi sotto l'autostrada che collega Puntaraisi a Palermo sono entrati violentemente in casa nostra e da allora niente è stato più come prima. (La Repubblica)

Lo dobbiamo a Giovanni Falcone, a Francesca Morvillo, a Vito Schifani, a Rocco Dicillo, ad Antonio Montinaro. L’anno scorso a Palermo ho incontrato tanti giovani che 28 anni fa non erano nati, ma che in Falcone e Borsellino hanno visto figure di grande ispirazione, modelli da seguire. (AreaNapoli.it)

Durante la commemoriazione, i sindaci ci sono dati il cambio leggendo riflessioni di Giovanni Falcone. Oggi scandiamo il nome di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro (newsbiella.it)

Non c'è rabbia né rassegnazione nel testo, ma tanta speranza per il futuro dell’amata Sicilia, che rende “capaci di dire no”. (La Sicilia)

Ma per quanto riguarda tutto il resto non è cambiato nulla: anzi se dopo 28 anni i boss sono tornati fuori, che cosa è cambiato? "Quando ho saputo dei boss liberati ho provato tanta indignazione e mortificazione per quello che ha dato mio marito a questo Stato. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti