Cosa sta succedendo in Libano

InsideOver ESTERI

Tutto è partito da una manifestazione dei due principali partiti sciiti, Hezbollah e Amal.

Ma il Libano, oramai, presenta tutte le caratteristiche per essere considerato l’ennesimo “buco nero” del Medio Oriente.

In un contesto del genere, le tensioni non sono destinate a finire e mantenere la pace in Libano non sarà impresa semplice

Il corteo ha poi raggiunto la rotonda Tayouneh, un incrocio che divide Chiya da Ain Al Remmeneh, quartiere a maggioranza cristiano maronita. (InsideOver)

La notizia riportata su altri giornali

Il collaboratore di Pro Terra Sancta a Beirut Fadi, racconta cosa è accaduto nella giornata di ieri: “Ieri a Beirut Hezbollah e Amal, i due partiti sciiti di maggioranza in Libano, hanno organizzato una protesta per le vie della capitale”. (politicamentecorretto.com)

Supporters of the Shiite Amal group fire weapons in the air during the funeral processions of Hassan Jamil Nehmeh, who was killed during yesterday clashes, in the southern Beirut suburb of Dahiyeh, Lebanon, Friday, Oct La tensione rimane alle stelle e, come al solito in questi casi, si scontrano narrative diverse su quanto avvenuto». (Domani)

E’ il golpe permanente; non serve che Nasrallah entri in persona nei palazzi del potere Il golpe dunque deve essere permanente, le imminenti elezioni politiche cancellate, il Libano deve dissolversi in un’apparenza mentre esiste solo Hezbollah. (articolo21)

Atteso questo focolaio di contrapposizione religiosa e politica interna, è tutto il Medio Oriente che rimane un’area di confronto tra grandi poteri e regione dalle crisi profonde. Da circa una settimana il Libano è rimasto senza elettricità e questo lascia il Paese dei Cedri al buio e preda di una grave crisi economica. (ResegoneOnline)

Hezbollah e Amal, da giorni quindi hanno avviato una campagna contro il procuratore, per bloccare la sua inchiesta e sostituirlo. Dal 2019 il Libano è paralizzato in una spirale di crisi economica, politica e sociale che sta portando il Paese al collasso. (TGNEWS24)

Una posizione quella Usa che, forse, i tiratori scelti hanno interpretato come un via libera Ma non è soltanto così: il Paese dei cedri è al collasso economico e allo stesso tempo al centro di una battaglia internazionale. (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr