Italia viva, dalla ribalta alla crisi: il partito teme l’addio di Renzi

Italia viva, dalla ribalta alla crisi: il partito teme l’addio di Renzi
La Repubblica ESTERI

Renzi sa di preoccupazioni e malumori, veicolati anche da big quali Rosato e Luigi Marattin.

Letta, per inciso, ha detto che incontrerà Renzi ma non ha ancora fissato un appuntamento, dopo aver visto persino i Verdi e Sinistra Italiana

"No, non me ne vado mica", ha già replicato Renzi e lo farà anche pubblicamente nelle prossime ore.

Conferenziere, facilitatore di investimenti, tessitore di rapporti internazionali: ruoli molteplici e non tutti chiariti, quelli di Renzi. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altre testate

Terzo cambio di commissione per il leader di Italia viva. Nel mirino i 19.7 miliardi del Recovery destinati alla salute.Prima membro della commissione Esteri fino al 29 luglio del 2020, poi Matteo Renzi transita alla Difesa e ora annuncia il suo terzo cambio di stagione in meno di una legislatura. (La Verità)

No, anche radicata, che non ha paura del confronto e che sta vicino alle persone nel quotidiano, senza puzza sotto il naso. Ne abbiamo parlato con Davide Casati, sindaco di Scanzorosciate e segretario provinciale del Pd di Bergamo. (BergamoNews.it)

Su quello che Renzi deve dire, su quello che Renzi può fare. Renzi politico non può parlare con uno Stato tiranno, Renzi non deve ricevere denaro dagli sceicchi e non c’è alcun rinascimento di Bin Salman da elogiare. (L'HuffPost)

Enrico Letta e Matteo Renzi, faccia a faccia di 40 minuti: "Stai sereno?". Altri tempi: rumors dai piani alti Pd

Renzi e Letta hanno poi ragionato sulle prospettive future trovando, spiegano ancora dal Nazareno, alcuni punti di accordo e altri disaccordo, in particolare c’è una divergenza profonda sul rapporto con Conte e M5s, rapporto che Letta considera essenziale per costruire in prospettiva un’alternativa vincente a Fdi e Lega Il faccia a faccia è durato 40 minuti nella sede dell’Arel, Agenzia di ricerche e legislazione fondata da Nino Andreatta con cui Letta collabora da molti anni. (L'HuffPost)

Rimangno da sciogliere dunque le riserve di Matteo Renzi sul Movimento 5 Stelle Di opinione opposta Matteo Renzi, che non ha mai lesinato critiche al presidente del Consiglio che ha preceduto Mario Draghi. (Virgilio Notizie)

Rapporto di amo et odio quindi quello tra Enrico Letta e Matteo Renzi, che porta ad elementi di accordo e disaccordo Nei quaranta minuti, i due non hanno perso tempo mettendo sul tavolo tutti i temi più caldi degli ultimi mesi. (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr