Palermo: botte agli anziani in casa di riposo. Quattro persone arrestate

Palermo: botte agli anziani in casa di riposo. Quattro persone arrestate
IL GIORNO INTERNO

"Un vero e proprio regime di vita mortificante ed insostenibile, fatto di continue ingiurie e minacce ("ti prendo a bastonate, t'ammazzo a legnate", "cosa inutile, prostituta…devi buttare il sangue qua e devi morire", "tanto se muori che mi interessa"), e violenze fisiche (calci, schiaffi, strattonamenti, nonché intimidazioni per costringere gli anziani a stare seduti)", dicono le Fiamme gialle.

In meno di due mesi sono state, infatti, registrate decine di episodi di vessazioni e angherie attuate sistematicamente a danno degli anziani costretti a vivere in uno stato di costante soggezione e paura. (IL GIORNO)

La notizia riportata su altri media

Le indagini sono state coordinate dal Dipartimento fasce deboli della Procura di Palermo. Con lo stesso provvedimento, il giudice ha disposto il sequestro preventivo della onlus. (ZMedia)

Sono i reati contestati a vario titolo dalla Guardia di finanza di Palermo a quattro persone, tutte residenti nel capoluogo siciliano, agli arresti domiciliari perché ritenute responsabili di vessazioni ad angherie sistematiche nei confronti degli ospiti di una casa di riposo. (AGI - Agenzia Italia)

Al centralinista diceva, piangendo, di essere trattata “peggio di un cane”, di essere stata legata. Nel corso della chiamata l’uomo ha potuto sentire chiaramente i rimproveri che il personale rivolgeva alla donna. (BlogSicilia.it)

Palermo, calci e minacce agli anziani nella casa di riposo: 4 arresti

Gli arrestati sono i fratelli Maria Grazia, Carmelina e Mariano Ingrassia, dipendenti della onlus, e l’amministratrice Vincenza Alfano. Le indagini sono state coordinate dal Dipartimento fasce deboli della Procura di Palermo (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Tra l’altro, nella rsa non erano nemmeno rispettate delle prescrizioni anti Covid: i dipendenti non facevano uso di mascherine e dispositivi di protezione individuali, pur entrando a contatto stretto in un luogo chiuso con anziani particolarmente fragili Sono alcuni dei reati contestati a vario titolo a 4 operatori, da stamani ai domiciliari, responsabili di vessazioni ad angherie sistematiche nei confronti degli anziani. (RagusaNews)

«Zitta tu, mangia, ti prendo a bastonate!», minacciava una dipendente della casa di riposo. Le indagini dei finanzieri, avviate grazie alla segnalazione di un’ospite della casa di riposo, si sono sviluppate attraverso specifiche attività di intercettazione che hanno consentito di documentare fin da subito episodi di maltrattamento, fisico e psicologico, ai danni degli anziani (Corriere del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr