Ucraina, cosa sappiamo dell'attacco informatico contro alcuni siti del governo

Ucraina, cosa sappiamo dell'attacco informatico contro alcuni siti del governo
Altri dettagli:
Wired Italia ESTERI

Sullo sfondo, la bandiera e la mappa dell’Ucraina coperte da una X rossa.

Alcune delle principali istituzioni governative dell’Ucraina sono state colpiti da un massiccio attacco informatico, che ne ha messo fuori uso le pagine web.

L’attacco informatico contro i siti istituzionali. “Ucraini!” recita il messaggio lasciato dagli attaccanti sulle hompage dei siti delle istituzioni “Tutti i vostri dati personali sono stati resi pubblici. (Wired Italia)

Su altre fonti

“Torno per proteggere l’Ucraina da una leadership incompetente e da aggressioni esterne”, ha affermato il magnate L’ex capo dello Stato, storicamente su posizioni filo-Ue ed attualmente deputato, ha definito le accuse totalmente false e politicizzate, puntando il dito contro l’attuale presidente Vladimir Zelensky. (LaPresse)

Tutti i tuoi dati personali sono stati caricati sulla rete pubblica. In realtà le istituzioni di Kiev affermano che al momento tutti i dati personali dei cittadini ucraini sono in verità al sicuro, senza che alcuno abbia potuto metterci le mani su (Punto Informatico)

Un compromesso su cui ieri gli Stati Uniti hanno dimostrato poca apertura. Dopo un balzo del 12% ieri per le tensioni Russia-Nato, oggi il gas scambiato in Europa continua a correre dell'8,2% a 95,2 euro per megawatt all'ora. (Milano Finanza)

Cyberattacco sui siti governativi dell'Ucraina: "Preparatevi al peggio" | Sicurezza internazionale | LUISS

L’ombra di Mosca nell’ambito delle tensioni tra i due vicini. I venti di guerra tra Mosca e Kiev soffiano sempre più forti. Numerosi siti del governo ucraino sono stati oggetto di un attacco informatico su larga scala, un attacco non immediatamente rivendicato, che avviene nel contesto delle accresciute tensioni tra la Russia e l’Ucraina. (Corriere della Sera)

L’ucraina è sotto un nuovo, potente cyberattacco. Se si aprono i siti coinvolti nel blocco si leggeva fino a stamattina presto un messaggio di minacce in ucraino, polacco e russo, «alla popolazione ucraina», «abbiate paura» perché la vostra privacy è stata violata e «tutti i dati personali sono stati resi pubblici» (La Stampa)

I portali sono stati oscurati ed hanno mostrato un messaggio: “Abbiate paura e preparatevi al peggio”. Tutte le vostre informazioni sono diventate pubbliche, abbiate paura e preparatevi al peggio. (Sicurezza internazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr