Post Match - La (seconda) prima volta di Dzeko e Mayoral

Post Match - La (seconda) prima volta di Dzeko e Mayoral
LAROMA24 SPORT

Perché mettere insieme due tra i tre migliori marcatori del gruppo non significa raddoppiare matematicamente le possibilità di segnare.

pic.twitter.com/olIL0wIhu1 — Mirko Bussi (@MirkoBussi) February 22, 2021. Quelle zone, che, inevitabilmente, risultano più trafficate se i vertici offensivi, le punte generalmente, raddoppiano

(Mirko Bussi) – Perché Dzeko e Mayoral non giocano insieme?

Il test non ha sporcato i guanti di Montipò più di quanto era stato possibile fare nella prima ora. (LAROMA24)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Si ripropone il ‘duello’ Dzeko-Mayoral. Dopo il ritorno d’Europa League con il Braga, i giallorossi ospiteranno proprio il Milan. Il Milan, che ha pareggiato 2-2 a Belgrado contro la Stella Rossa, è favorito ma deve ancora guadagnarsi il passaggio agli ottavi (RomaNews)

L'altro errore è rappresentato dall'impiego di Borja Mayoral: lo spagnolo è bravo ad attaccare la profondità ma fatica contro squadre chiuse. Sulla trequarti, spazio a Pellegrini e Mkhitaryan dietro all'unica punta, Borja Mayoral. (Voce Giallo Rossa)

C’è stata una partita, una brutta partita, e questa rubrica dovrebbe occuparsi di quello, non fosse altro per mantenere i suoi pochi lettori. Ho avuto la sensazione che nel secondo tempo si siano giocati, al massimo, dieci minuti; per il resto, solo sanniti da soccorrere. (Pagine Romaniste)

Giocare con due attaccanti non è utile

Nelle prossime partite riprenderà l’alternanza tra i due, senza nessuna preclusione per il bosniaco candidato a giocare titolare domenica contro il Milan. La questione con Fonseca non è risolta, ma sa bene che a Dzeko non può rinunciare (LAROMA24)

Nel Sannio non si tratta di un risultato usuale. Un pari a reti bianche che mancava da una vita al Vigorito. (Ottopagine)

Non c'è stata vigilia, ma neppure post partita, che l'interrogativo non sia stato servito a Fonseca in tutte le salse. O ancora: sì, è vero ci sono un sacco di indisponibili, ma davanti Paulo Fonseca ha una straripante abbondanza di opzioni. (Il Romanista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr