Gli US Open ci hanno consegnato un Djokovic umano

Gli US Open ci hanno consegnato un Djokovic umano
Per saperne di più:
Ticinonline SPORT

Forse, nella serata da incubo di New York, questa è stata la vittoria di Novak Djokovic.

La possibilità di centrare il Grande Slam – impresa riuscita nell'era Open soltanto a Rod Laver nel 1969 – oltre che staccare Federer e Nadal nel numero di Major vinti era lì a un passo.

Una vittoria che, probabilmente, vale più del tanto desiderato e ambitissimo Grande Slam. keystone-sda.ch / STF (JUSTIN LANE)

Sconfitto e umiliato sul campo da un super Medvedev – che da parte sua ha vinto il suo primo Slam in carriera – Djokovic si è (ri)scoperto umano e non quell'extraterrestre che vince, vince, vince e fa incetta di titoli. (Ticinonline)

Su altre testate

Eppure “stava ottenendo ciò che per una carriera intera aveva sempre desiderato”: l’amore, o almeno la percezione d’un affetto incondizionato. Perché l’elastico dell’affezione funziona così, per aderenza alle nostre imperfezioni e non sbattendocele in faccia con la vittoria ad oltranza (IlNapolista)

Il serbo, infatti, è stato sconfitto con un netto 6-4 6-4 6-4 nella finale degli US Open, senza mai dare l’impressione di poter (ri)entrare in partita. #1 Daniil Medvedev ha battuto Novak Djokovic giocando dalla linea di fondo. (Tennis Fever)

Come tutti sappiamo, Novak Djokovic non è riuscito a realizzare il Calendar Slam agli US Open. Sarà interessante vedere cosa accadrà nel 2022: Roger, forse, avrà solo una possibilità per arricchire la sua bacheca di uno titolo Slam. (Tennis Fever)

Novak Djokovic, storia della finale degli US Open

Non mi aspettavo niente, ma il supporto e l’energia che ho ricevuto dal pubblico sono cose che mi porterò dentro per sempre. Per me è una sconfitta dura ma allo stesso tempo sono contento per lui, è un bravo ragazzo e merita il titolo" (TIMgate)

Ha servito al limite della perfezione ed è stato superiore anche negli scambi lunghi, cosa più unica che rara contro Djokovic. "Su Djokovic è stata messa troppa pressione in questi giorni con la storia del Grande Slam e l'ha pagata ma forse contro questo ragazzo russo non sarebbe bastato nemmeno il miglior Djokovic. (Tennis World Italia)

Un po’ di amore, finalmente. Quando Djokovic si è cambiato la maglia per la prima volta ha cercato di fermare l’emorragia psicologia di quel match. È quello il momento Novak Djokovic, per come lo conosciamo, forse smette di esistere (L'Ultimo Uomo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr