Shipping nell’ETS, Assarmatori: “Tutelare tutti i collegamenti insulari”

Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Sardegna Reporter INTERNO

Il nostro Paese, infatti, è leader nel Mediterraneo per quanto riguarda le Autostrade del Mare, con una quota di mercato del 37%.

Occorre quindi un correttivo specifico, che permetterebbe di rendere il profilo di rating della flotta traghetti italiani più attinente al profilo di rating definito per la flotta mondiale”

Secondo Assarmatori non basta. Ma secondo Assarmatori non basta.

“Dobbiamo confermare questo assetto anche in vista della Direttiva finale –. (Sardegna Reporter)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Di cosa hanno bisogno gli armatori per rispondere agli obiettivi nazionali e comunitari per la decarbonizzazione del trasporto marittimo? E’ ovvio che questo deve essere fatto tenendo in considerazione che l’impatto in materia marittima in Germania, in Polonia e nei paesi baltici è infinitamente inferiore rispetto a quello che accadrà in Italia (Quotidiano di Ragusa)

La cronaca, la mafia, gli omicidi, gli arresti, i processi, la politica, lo spettacolo, gli eventi e la cultura, lo sport, tutte le notizie prima di tutti. (Grandangolo Agrigento)

L'archiviazione tecnica o l'accesso sono necessari per lo scopo legittimo di memorizzare le preferenze che non sono richieste dall'abbonato o dall'utente. L'archiviazione tecnica o l'accesso sono strettamente necessari al fine legittimo di consentire l'uso di un servizio specifico esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente, o al solo scopo di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica. (Quotidiano di Ragusa)

Gli armatori sono pronti ad affrontare le sfide della decarbonizzazione ma occorre intervenire in modo intelligente e con investimenti mirati, per proteggere il sistema e aiutare un mercato, quello italiano, che è il più importante d’Europa. (Sardegna Reporter)

Sarà operato da Aeroitalia a partire dal 30 ottobre 2022 . La cadenza sarà tre volte alla settimana: ogni lunedì, venerdì e domenica con partenza da Trapani alle 8 del mattino e ritorno alle 20.50 da Catania. (Giornale di Sicilia)