Massimo Galli: “Sono stato tentato di fare il mio personalissimo lockdown e rimanere in silenzio per…

Massimo Galli: “Sono stato tentato di fare il mio personalissimo lockdown e rimanere in silenzio per…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Che poi spiega: “Sono stato tentato di fare il mio personalissimo lockdown e di rimanere in silenzio per 2-3 settimane.

Lo stesso virologo infatti aveva spiegato: “La situazione non mi lascia più margini di tempo e ho una quantità di cose urgenti di cui dovermi occupare”.

Se vaccini in maniera troppo diluita nel tempo non ottieni l’effetto di contenimento complessivo del virus e consenti la circolazione di varianti

Il virologo Massimo Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano, sta pensando di non comparire più in tv e non rilasciare interviste “per due-tre settimane” e di prendersi così un “personalissimo lockdown“. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

Nei giorni scorsi Galli è stato smentito anche dalla dirigenza del Sacco di Milano, ospedale dove lavora da tempo Il vaccino infatti copre anche la variante inglese, questo va detto. (Corriere dello Sport.it)

“Sono speranzoso a tal punto da pensare che ci sarà una partecipazione popolare importante a favore del vaccino, ma il punto è averlo. In queste situazioni ci sarebbe bisogno di unità di intenti", ha dichiarato al Punto Nuovo Sport Show, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo (Tuttosport)

«Sono stato tentato di fare il mio personalissimo lockdown e di rimanere in silenzio per 2-3 settimane. La produzione del vaccino non si allestisce in due minuti, gli impianti non sono semplici da mettere in piedi da un giorno all’altro (Open)

Mi metterei in lockdown e starei in silenzio ma quello che sta per accadere è preoccupante, dice Massimo Galli

Questo cambia meno, ma le mutazioni ci sono e il virus può imporsi con la nuova variante. (Adnkronos). "Non sono stati necessari 15 giorni, ne sono bastati 2 o 3 per dire che avevo maledettamente ragione. (Adnkronos)

“La mia preoccupazione al momento è che non arrivi abbastanza vaccino, e non importa quale, importa solo che ne arrivi uno, per vaccinarci tutti il prima possibile” Covid, Galli: “Vaccinare tutti il prima possibile. (Orizzonte Scuola)

Galli, al di là delle allusioni al lockdown personale, rivendica una coerenza di fondo avuta nell’arco di questi 12 mesi nell’esprimere le proprie posizioni: “Credo di essere sempre stato coerente nelle posizioni che ho portato e molte cose che ho preconizzato si sono avverate“, ha fatto notare. (Leggilo.org)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr