Monica Cirinnà si congratula con Maria De Filippi: "Felice per la tronista trans a Uomini e Donne"

Today.it INTERNO

Ora non resta che aspettare di vedere come reagirà il pubblico di Canale 5 davanti alla novità

Nella stagione 2016/2017, la trasmissione si era attestata come una delle prime ad aprire all'inclusività, inventando il "trono gay".

Un esperimento durato due anni e che ha visto come protagonisti Claudio Sona ed Alex Migliorini.

"In questo clima di fragilità umana e sociale, ancora una volta la lungimiranza e il coraggio di Maria De Filippi, in modo pragmatico e non politico, si mettono al servizio della cultura alla diversità. (Today.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Nel frattempo è venuta a galla l’identità della nuova tronista di cui tanto si sta parlando. La Cirinnà ha aperto questa sua ideale lettera social alla conduttrice ricordando come, nel 2016, dopo l’approvazione della legge sulle Unioni Civili la De Filippi avesse inaugurato il trono gay. (Gossip e TV)

Il brano è accompagnato da un video girato a Londra e celebra il rito collettivo del calcio e il ritorno alla vita del post pandemia in un continente vaccinato, "dalle strade di Dublino a Notre Dame", come canta il leader della band irlandese nel pezzo dal sound pop ma con la chitarra marchio di fabbrica del gruppo irlandese e una spruzzata di dance, assicurata dal dj e produttore olandese. (La7)

Il giorno dopo la presentazione degli emendamenti al testo sull'omotransfobia, scatta l'accusa di voler ricorrere alle liste di proscrizione contro chi vuole cambiare il testo. Proprio dagli ex renziani del Pd arrivano una serie di mugugni, a taccuini chiusi, sulla Cirinnà, considerata troppo «divisiva». (ilGiornale.it)

Oggi è il giorno in cui le migliaia di persone che attendono questa legge capiranno chi non la vuole e soprattutto chi la vuole modificare. Per il DDL Zan ci sarà ancora da aspettare (Gay.it)

La formulazione di questo emendamento apre un’immensa contraddizione rispetto al lavoro fatto da Italia viva alla Camera» «Quando ho letto il primo emendamento ho capito con chiarezza che l’intento di Italia viva è totalmente demolitorio nei confronti del ddl Zan. (Corriere della Sera)

Per la Cirinnà, in particolare, l'emendamento all'art 1 della legge "apre un’immensa contraddizione rispetto al lavoro fatto da Italia viva alla Camera. "Quando ho letto il primo emendamento ho capito con chiarezza che l’intento di Italia viva è totalmente demolitorio nei confronti del ddl Zan. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr