Esplosione sul Sole, nube di particelle punta dritta verso la Terra: oggi previste tempeste geomagnetiche classe G2

Esplosione sul Sole, nube di particelle punta dritta verso la Terra: oggi previste tempeste geomagnetiche classe G2
MeteoWeb SCIENZA E TECNOLOGIA

Sabato 9 ottobre, un brillamento solare di classe M1.6 è stato prodotto dalla macchia solare AR2882, scagliando la CME verso la Terra.

Essendo canali magnetici chiusi che trattengono il plasma solare, queste regioni sono per lo più a forma di arco.

Il materiale espulso, sotto forma di plasma, è costituito principalmente da elettroni e protoni: quando questa nube raggiunge la Terra può disturbare la sua magnetosfera

Il massimo solare del Ciclo Solare 25. (MeteoWeb)

La notizia riportata su altre testate

In seguito, una nube di particelle elettromagnetiche è stata sprigionata dal Sole e si è diretta verso la Terra. L'agenzia statunitense National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha diramato l'allerta per una tempesta solare il cui brillamento potrebbe avere ripercussioni sul nostro pianeta fino alla giornata di oggi, martedì 12 ottobre. (Telefonino.net)

Nelle prossime ore, infatti, la tempesta solare potrebbe provocare aurore magnetiche in tutto il Pianeta, addirittura fino a New York. Tempesta solare, cosa si rischia in Europa. L’India è stata solo la prima a fare i conti con il problema. (ContoCorrenteOnline.it)

Il potenziale rischio che a ricevere una battuta di arresto siano per lo più le reti internet Inoltre in base al grado di intensità, può verificarsi un rilascio di massa coronale più o meno inteso. (Tech Meteoweek.com)

Il brillamento solare tra l’11 e il 12 ottobre che potrebbe generare forti tempeste geomagnetiche

È noto anche come "Halo CME", poiché i brillamenti diretti verso la Terra possono essere osservati come un alone attorno al sole Coinvolti anche i satelliti. Il brillamento solare che colpisce direttamente la Terra può avere un impatto anche sui satelliti nell'orbita terrestre bassa, tant'é che viene richiesto il controllo a terra per reindirizzare i loro orientamenti. (ilGiornale.it)

Quell’anno ci fu una grandissima esplosione di massa coronale Tempesta geomagnetica: l’evento di Carrington. Quanto detto, non dovrebbe avere un impatto troppo pesante sulla Terra. (CheNews.it)

I primi segnali indicano che l'espulsione di massa coronale potrebbe raggiungere la Terra tra l’11 e il 12 ottobre e potrebbe generare tempeste geomagnetiche anche forti. Il 9 ottobre si è verificato un brillamento solare di classe M1.6. (Triesteprima.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr