Covid, in Romagna al via la prenotazione della terza dose per gli over 60 e persone con fragilità

ravennanotizie.it SALUTE

Il personale delle strutture sanitarie per anziani e gli esercenti le professioni sanitarie possono accedere ai centri Vaccinali Hub provinciali senza prenotazione.

I cittadini di età compresa tra i 60 e i 79 anni possono prenotare direttamente la terza dose di vaccino anti Covid , mentre le persone di età inferiore con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti, stanno ricevendo un SMS dall’Azienda USL della Romagna che li invita a prenotare l’appuntamento. (ravennanotizie.it)

Ne parlano anche altri giornali

Dopo aver ricevuto la prima e la seconda dose di vaccino, la terza è necessaria per continuare a essere protetti. Da domani, mercoledì 27 ottobre, i cittadini lombardi over 60 e le persone maggiorenni con elevata fragilità potranno prenotare la terza dose sul portale dedicato www. (MyValley.it)

La dose booster sta già venendo somministrata agli anziani over 80 e dal 18 ottobre anche agli operatori sanitari di strutture pubbliche e private, compresi studi professionali, farmacie e parafarmacie. (Prima Bergamo)

Possono inoltre prenotare la terza dose, detta anche “dose booster” ovvero richiamo dopo un ciclo vaccinale primario i cittadini con più di 80 anni e – dal 18 ottobre – tutti i cittadini esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario che svolgono le loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali. (Il Notiziario)

Resta però un’incognita legata all’organizzazione di una campagna vaccinale così ampia. “A partire da gennaio la terza dose di vaccino sarà con ogni probabilità estesa a tutti. (L'HuffPost)

Walensky ha dichiarato al giornalista Chris Wallace: "Abbiamo visto che queste imposizioni stanno facendo vaccinare sempre più persone" I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. (L'AntiDiplomatico)

Ad oggi in Sicilia sono state somministrate oltre 35 mila terze dosi, metà delle quali a cittadini over 80. «Non possiamo permetterci di arretrare nemmeno di un millimetro, ecco perché occorre fare in fretta accelerando in particolare sulla cosiddetta terza dose. (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr