Mercati: il caso Cina e le opportunità rimaste

Bluerating.com ECONOMIA

Infatti, nell’azionario, le borse di Shanghai e Shenzhen hanno registrato una performance del -25% rispetto al picco di febbraio.

L’attuale fattispecie della Cina è la prova del fatto che un’accelerazione progressiva e costante non può durare in eterno.

Anche se vi sono dei buoni presupposti per cui considerare la Cina come un’opportunità d’investimento, prediligiamo altri paesi

Tuttavia, la Repubblica Popolare non brilla agli occhi degli investitori desiderosi di investire nei mercati emergenti. (Bluerating.com)

Ne parlano anche altre fonti

In Borsa “la situazione è fluida, ma le condizioni per un mercato solido nei prossimi 12/18 mesi ci sono ancora tutte”. A questo bisogna aggiungere l’accelerazione della pandemia e il posizionamento sbilanciato al rialzo di una parte del mercato azionario”. (Notizie - MSN Italia)

Le azioni statunitensi sono leggermente aumentate lunedì, fissanfo nuovi massimi di chiusura in vista di una settimana intensa di guadagni dalle società tecnologiche. Il ha chiuso a 35144,31, dopo che l'indice delle blue chip di venerdì ha chiuso per la prima volta sopra il traguardo di 35000. (Investing.com)

Non ci sono invece ripercussioni su materie prime come l’oro che resta stabile a 1800 dollari l’oncia. (Rai News)

COMANDA IL GIOCO DI DOMANDA E OFFERTA. Quello dei Treasury è un mercato, anche molto grande, dove comanda il gioco della domanda e dell’offerta. Azionario americano appeso ai T-Bond. Il reflation trade spiega solo in parte la correlazione tra azionario e rendimenti dei T-bond, che storicamente non anticipano l’inflazione, ma la inseguono. (Yahoo Finanza)

Quasi un terzo delle aziende ha pubblicato le trimestrali al momento, e il 63% ha superato le attese sugli utili. ** La casa farmaceutica spagnola ALMIRALL perde il 7,42% dopo aver annunciato una perdita netta 42,8 milioni di euro (Investing.com)

Per queste ultime infatti il costo del denaro è come il prezzo del per i petroliferi, più sale e più aumentano i margini. Con l’impatto violento della recessione sui titoli ciclici, si è andati alla ricerca di rendimento nei ‘growth’, i colossi tech immuni agli sbandamenti, anzi favoriti dalla stay home economy e dai bassi tassi di interesse. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr