Prato, il colosso giapponese Stylem Takisada Osaka compra il 49% della Giolica

Corriere Fiorentino ECONOMIA

A conquistare la multinazionale, dunque, sono stati «l’attitudine al cambiamento e la capacità di interpretare un mercato in costante evoluzione, più che mai in tempi funestati dalla pandemia prima, dal conflitto in Ucraina poi e dalla conseguente crisi energetica», come gli stessi imprenditori nipponici hanno confermato

A generare l’interesse dei giapponesi è stato proprio l’approccio manageriale dell’azienda pratese, che produce tessuti da abbigliamento per alcuni dei principali brand moda nel mondo. (Corriere Fiorentino)

Su altre testate

In dote il lanificio pratese porta un fatturato di 10milioni di euro, tredici dipendenti ma soprattutto una capacità produttiva flessibile, tipica del distretto pratese, la creatività e la qualità. (notiziediprato.it)

Sviluppo Prato ha già partorito la prima startup: Lane di Prato. L’operazione industriale apre a Giolica nuovi sbocchi commerciali e assicura a Stylem Takisada-Osaka un partner manifatturiero in grado di rispondere in maniera tempestiva alle evoluzioni del mercato. (LA NAZIONE)

"La mission è esplicita: diventare un aggregatore di eccellenze pratesi e dare nuova linfa a imprese medio-piccole dalle alte potenzialità" È una conferma della capacità dei pratesi, delle nostre qualità di cui talvolta ci dimentichiamo il valore". (LA NAZIONE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr