Vasco ai detenuti: “Tenete duro, date un senso a questa situazione”

Ck12 Giornale CULTURA E SPETTACOLO

Vasco Rossi, citando uno dei suoi brani di maggior successo, ha parlato anche della propria storia nel video di incoraggiamento mandato ai detenuti della Dozza nel corso della “Maratona oratoria” organizzata dalla Camera penale di Bologna.

Fate come me, cercate di dare un senso a quell’esperienza anche se quell’esperienza un senso non ce l’ha”.

Il video messaggio di Vasco. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev (Ck12 Giornale)

Se ne è parlato anche su altre testate

Tenete duro, teniamo duro, bisogna tenere duro - ha concluso - c'è poco da fare, in ogni caso, sia dentro che fuori» «Vi consiglio di fare altrettanto, di dare un senso a questa situazione, anche se questa situazione un senso non ce l'ha», ha sottolineato, citando un suo celebre brano. (leggo.it)

Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Vasco Rossi (@vascorossi). Fabrizio Corona risponde a Vasco. Il messaggio del cantautore non è però piaciuto a Fabrizio Corona, che attraverso le storie del suo profilo Instagram si è duramente scagliato contro il rocker di Zocca. (Ck12 Giornale)

Così Vasco Rossi ha iniziato il video messaggio in favore dei detenuti per la diretta streaming su Radio Radicale. Per evitare il carcere Corona si era inflitto ferite da taglio sulle braccia ed era stato ricoverato all'ospedale Niguarda per alcuni giorni prima di varcare le porte del carcere monzese, dove è rimasto per qualche settimana (ilGiornale.it)

Rossi aveva appena pubblicato il primo album dal vivo, Va bene, va bene così, per l’appunto. E andava bene, bene così anche nel 1984. (Il Riformista)

Vasco Rossi manda un video messaggio ai detenuti della Dozza nel corso della 'Maratona oratoria' organizzata dalla Camera penale di Bologna. Vi consiglio di dare un senso a questa situazione, anche se questa situazione un senso non ce l’ha, volevo dirvi che vi sono vicino, vi abbraccio forte e vi auguro che i vostri problemi legali e umani si possano risolvere. (BolognaToday)

Oltre alla condizione dell’essere in carcere, che tra l’altro conosco, perché l’ho provata, capisco la vostra rabbia e la vostra tristezza”. È stata dura per noi fuori, e non posso immaginare come sia stata per voi dentro. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr