Amazon ai 1.200 dipendenti di Rovigo: «Parcheggio obbligatorio in retromarcia»

Corriere della Sera ECONOMIA

I dipendenti devono parcheggiare tutti in retro, è stato spiegato loro che è una questione di sicurezza, è più facile sgomberare in caso di emergenza

«Anche Adriatic Lng aveva questa regola quando la sede era a Porto Viro e c’era un controllore al parcheggio», assicura.

La salute come priorità L’azienda spiega: «In Amazon, la salute e la sicurezza dei lavoratori sono la nostra priorità.

Nell’enorme spiazzo alla destra dell’ingresso del maxi stabilimento Amazon di Castelguglielmo, in provincia di Rovigo, non se ne individua una fuori posto neanche prestando attenzione. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre fonti

In strada quasi sempre il parcheggio si effettua in retromarcia, perché si occupa meno spazio nell’effettuare la manovra rispetto a quello in avanti. Il parcheggio perfetto in retromarcia come si fa? (Corriere della Sera)

Chi in un verso, chi nell'altro, ognuno parcheggia la propria auto in base a comodità e istinto ma questo non avviene e non può avvenire nell'azienda Amazon del Nord-est italiano. "Preveniamo gli incidenti". (ilGiornale.it)

La multinazionale, al contrario, adotterebbe anche altrove la stessa regola, come del resto fanno anche altre aziende L'introduzione della norma di sicurezza relativa alla modalità di parcheggio in retromarcia ci permette di prevenire eventuali incidenti dovuti alla visibilità di eventuali ostacoli o pedoni di passaggio. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr