Un negoziatore entra nella casa per trattare con l'uomo

Un negoziatore entra nella casa per trattare con l'uomo
Prima Monza INTERNO

Poi il litigio con il cognato, l’estrazione di una pistola e il fuggi fuggi generale

Il tentativo delle Forze dell’Ordine di sbloccare la situazione staccando la corrente aveva suscitato la furiosa reazione dell’uomo che ha pure sparato tre colpi.

Non accenna a placarsi la tensione a Nova Milanese dove un uomo è asserragliato in casa da questa mattina: un negoziatore sta parlando con l’uomo.

L’intervento del negoziatore. (Prima Monza)

Su altri media

Durante la trattativa i carabinieri hanno circondato la zona e hanno bloccato il traffico con delle transenne. (Sky Tg24 )

Tutto è iniziato nella mattinata del 4 maggio a Nova Milanese dove un uomo, un cinquantenne, si è barricato all'interno dell'abitazione della compagna in via Pellico. Intanto sono in corso le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Monza per gli aspetti penalmente rilevanti dell’intera vicenda (MonzaToday)

All’interno di un appartamento si trova un uomo sui 55 anni, probabilmente armato, con il quale sono in corso delle trattative Sia la moglie sia la figlia dell’uomo asserragliato in casa sono sane e salve, in un luogo sicuro protette dalle Forze dell’ordine. (Prima Como)

Paura e spari a Nova Milanese: il folle si è arreso dopo l'intervento del negoziatore

Poco prima delle 19, il 52enne si è arreso, mentre la sua abitazione era circondata da carabinieri, tra cui i reparti speciali d’assalto dell’antiterrorismo. Nel giro di poco tempo, a Nova Milanese, in via Pellico si erano portate numerose pattuglie di carabinieri e polizia locale, ambulanze e mezzi dei Vigili del fuoco. (Il Notiziario)

Ha sparato tre colpi di pistola mentre era in casa con la figlia, la moglie e il cognato. È quanto è successo all'interno di un'abitazione di Nova Milanese, in provincia di Monza. (Fanpage.it)

Sono intervenuti altri militari e un negoziatore del comando provinciale dell'Arma dei carabinieri di Milano . Tutto è nato dall'ennesimo diverbio con il cognato, tenuto anch'egli in ostaggio. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr